Ha due ruote in più delle altre e può montare un V8 da 500 CV o un W12 da oltre 900 CV

Quella che state guardando è l'unica supercar a 6 ruote presente sul mercato, la Covini C6W. Questo progetto unico ha debuttato nel 2008 e dopo tanto clamore da parte della stampa, sembrava sparita dalla circolazione.

Stando al sito Covini Engineering è ancora possibile ordinarne una per la modica cifra di 650.000 dollari e questo non include optional.

Perché quattro ruote davanti?

Il set di ruote aggiuntivo raddoppia l'impronta a terra dei pneumatici anteriori, aumentando il grip. Più grip si trasforma in una maggiore velocità e stabilità in curva. Avere sei ruote significa anche avere sei dischi freno che portano a migliori prestazioni in frenata.

Fotogallery: Covini C6W

Il motore

La Covini 6SW è alimentata da un V8 da 4,2 L che dovrebbe produrre oltre 500 CV. Questo V8 montato in posizione centrale è accoppiato a un tradizionale cambio manuale a 6 marce o cambio a palette a frizione singola a 6 marce.

Per quanto ci riguarda, noi la sceglieremmo con un manuale a 6 velocità poiché i vecchi sistemi automatici a frizione singola non sono molto veloci per gli standard di oggi. Per i più esigenti c'è anche la possibilità di montare un motore V12 da oltre 900 CV.

Chi vi viene in mente?

Non possiamo parlare di un'auto a sei ruote senza menzionare la mitica F1 Tyrrell P34. La P34 ha debuttato durante la stagione F1 del 1976, dove raccolse dei discreti risultati. Abbastanza discreti da motivare gli altri team a iniziare a sviluppare i propri progetti a sei ruote. Sfortunatamente, con il passare del tempo, nuove regole per la F1 stabilirono che le auto devono avere quattro ruote.