Dopo il via ai lavori nella fabbrica torinese di Mirafiori, dove sarà costruita, era questione di tempo prima che fossero “pizzicati” su strada i primi esemplari della Fiat 500 elettrica. E infatti, puntuali, arrivano le foto spia della citycar a batterie, che sta effettuando test di sviluppo in Germania in vista della presentazione attesa nel corso del 2020: non sappiamo ancora quando, ma è noto che la produzione a pieno regime della 500 elettrica sarà avviata nel secondo trimestre del prossimo anno.

Fiat 500e prototype spy photo

Piccola ed elettrica, c'è l'imbarazzo della scelta

La 500 elettrica non andrà a sostituire quella con motori a pistoni, che continuerà ad essere prodotta in Polonia, ma sarà una sfiziosa alternativa per chi alla ricerca di una piccola a batterie, categoria dove non mancano le alternative: dalle smart fortwo e forfour alle Seat Mii, Skoda Citigo e Volkswagen up!.

La citycar torinese avrà dalla sua il look ricercato e inconfondibile, perché a giudicare dalle foto la carrozzeria non dovrebbe cambiare significativamente rispetto alla Fiat 500 già in vendita, anche se ci aspettiamo qualche intervento in grado di conferirle una personalità ben distinta: fra i "candidati" al lifting c’è il fascione anteriore, che al pari di tutte le auto a batterie dovrebbe avere prese d’aria meno ampie (a vantaggio dell'efficienza).

Avrà la strumentazione digitale?

Sbirciando l’interno non si percepiscono cambiamenti significativi, perché si notano la sporgente copertura tondeggiante per il cruscotto e lo schermo in posizione rialzata nella consolle. Anche in questo caso, però, è probabile che la 500 elettrica abbia novità rispetto alla 500, come – ipotizziamo – il quadro strumenti digitale o un sistema multimediale connesso ad internet, utile per trovare le colonnine di ricarica. Nulla è trapelato riguardo a motore e batterie.

Fotogallery: Fiat 500 elettrica, le foto spia