Dal SUV elettrico Ariya alla futuristica pallina da golf che va sempre in buca, passando per un furgonicino a emissioni zero

Sta per aprire i battenti l’edizione 2020 del CES di Las Vegas (7 – 10 gennaio 2020), tra le fiere tecnologiche più importanti del mondo e ormai sempre più terra di conquista per le Case auto, presenti in Nevada per mostrare non solo auto ma tutto ciò che ha a che fare con le tecnologie per il futuro della mobilità. Tra queste c’è Nissan, con una serie di novità più o meno particolari, accomunate da elettrificazione e guida autonoma.

SUV e furgoncino a batterie

La prima novità l’abbiamo già vista allo scorso Salone di Tokyo ed è al suo debutto negli USA: è la Nissan Ariya, SUV elettrico con forme che potrebbero anticipare quelle della nuova generazione di Qashqai e 2 motori elettrici (uno per asse) con un’autonomia sconosciuta. Al suo fianco una vecchia conoscenza come la Leaf e+, la compatta con batterie da 62 kWh e autonomia superiore ai 400 km.

Auto da tutti i giorni che divideranno il palco del CES con un nuovo van, naturalmente elettrico, che per l’occasione offrirà gelati a tutti i presenti. Basato sull’e-NV200 ha una batteria da 40 kWh che alimenta il motore, mentre le apparecchiature per raffreddare e produrre il gelato sono alimentate da accumulatori cosiddetti “di seconda vita”, inutilizzabili per muoversi ma sufficienti per svolgere lavori meno “pesanti”.

La guida autonoma in piccolo

Dopo la simpatica ProPILOT Chair del 2016 e le pantofole dello scorso anno, Nissan porta nuovamente le proprie tecnologie di guida assistita in oggetti di uso comune e questa volta la protagonista è una semplice pallina da golf. Dotata del sistema ProPILOT 2.0, prossimo al debutto nel corso del 2020 sulla nuova Skyline, dà la possibilità a chiunque di realizzare il sogno di ogni golfista: la hole in one, buca in solo colpo.

Fotogallery: Nissan al CES 2020