Il 13% ha intenzione di cambiare, nel 2020, l’auto o la moto con una meno inquinante

Pensate all'anno che sta per finire: quante volte avete rinunciato ad utilizzare la vostra auto per muovervi, preferendo altri mezzi? Beh, se lo avte fatto rientrate in quel 74,7% di italiani che nel 2019 ha ridotto l'uso dell'auto. A dirlo è il portale Facile.it che, tramite un sondaggio condotto tra decine di migliaia di cittadini italiani, ha voluto capire come e quanto è cambiato il nostro modo di muoversi.

L'amore per i mezzi pubblici

La forma di mobilità alternativa in questo 2019, adottata dal 46,1% degli intervistati, è stata un mix tra mezzi pubblici e camminate. Non è dato sapere se sia stata una scelta limitata ad alcuni momenti o un cambiamento di abitudini più radicale, fatto sta che oltre 20 milioni di italiani hanno deciso di optare per questa scelta.

La fascia che più di tutti ha aderito a questa tendenza è quella con un'età che si aggira intorno ai 65 anni, fascia anagrafica nella quale la percentuale di chi ha usato meno l’auto e più i piedi supera il 52%. In tanti, più di 1 su 4, hanno invece ridotto i km percorsi in macchina usando, quando possibile, la bicicletta come mezzo alternativo alle quattro ruote.

Se non si rinuncia, almeno...

Il 19,4% degli intervistati non volendo, o potendo, rinunciare al proprio mezzo di trasporto a motore, ha invece deciso di cambiarlo con uno meno inquinante, mentre il 7% degli intervistati ha usato il car sharing come soluzione alternativa.

Tra le nuove opportunità di mobilità ecologica si afferma il monopattino; sia esso elettrico o tradizionale. Nel corso del 2019 se ne sono serviti il 5,8% degli intervistati, pari a 2,5 milioni di italiani.

Fotogallery: Seat eXS, il monopattino elettrico