Potrebbe arrivare sul mercato già nel corso del 2020, con 550 km massimo di autonomia

Seat ha già qualche dimestichezza con l’elettrificazione grazie alla Mii elettrica e alla Tarraco ibrida plug-in, ma naturalmente la Casa non ha intenzione di fermarsi qui e come tutto il Gruppo Volkswagen, di cui fa parte, sta lavorando su nuovi modelli con motori elettrici.

Tra questi ci sarà la versione di serie della El-Born (nome di un quartiere di Barcellona), SUV elettrico e compatto visto allo scorso Salone di Ginevra, pizzicato dai fotografi durante alcune prove sottozero nei pressi del Circolo Polare Artico e atteso al debutto entro la fine del 2020.

Fotogallery: Seat el-Born, le foto spia

La ID.3 come modello

A prima vista si notano somiglianze con la Volkswagen ID.3, la compatta elettrica della Casa tedesca mostrata per la prima volta al Salone di Francoforte: questo perché le due auto elettriche condividono la stessa piattaforma modulare MEB, che sarà la base anche per molti altri modelli a zero emissioni del Gruppo. A unire le due ci sarà anche la fabbrica Volkswagen di Zwickau, in Germania.

Auto simili ma non uguali, con la Seat El-Born caratterizzata da un diverso disegno di fari anteriori e posteriori, e da un abitacolo con arredamento differente. In pieno stile Seat poi ci si aspettano linee più affilate e sportive, per attrarre una clientela più giovane rispetto alla controparte tedesca, proprio come nei casi di Ibiza-Polo e Leon-Golf.

Tris di scelte

Per quanto riguarda le specifiche tecniche, nel pavimento dovrebbero essere le stesse batterie della ID.3 da 45, 58 o 77 kWh per un'autonomia (calcolata secondo lo standard WLTP) fino a 550 km. Gli accumulatori, quando collegati a una presa di corrente da 100 kW, potranno essere ricaricati in circa un'ora.