La chiave è un meta-materiale acustico che blocca un preciso range di frequenze fra cui si trovano i rumori della città

Non solo inquinamento dell'aria e blocchi del traffico, ogni giorno chi vive in città deve fare i conti con un altro tipo di inquinamento: quello acustico. Per migliorare l'insonorizzazione nell'abitacolo Nissan ha presentato un nuovo materiale isolante costituito da fogli di reticoli e pellicole di plastica.

Si chiama meta-materiale acustico (Acoustic Meta-Material in inglese) e nasce da un composto usato su alcuni tipi di antenne; è un progetto che la casa giapponese sta portando avanti dal 2008 ed ha presentato all'ultimo CES di Las Vegas. Un progetto interessante, che però ha ancora tempi incerti sull'applicazione in serie.

Insonorizzazione Nissan CES 2020

Cosa cambia e perché

Oggi la gomma è il materiale isolante più utilizzato sulle auto, ma secondo Nissan è troppo pesante e costosa. Per questo ha puntato su un composto leggero che fosse però efficace.

La struttura reticolo-pellicola del materiale che è stato messo a punto, infatti, pesa un quarto rispetto ai pannelli in gomma. Inoltre il meta-materiale acustico di Nissan blocca un preciso range di frequenze fra cui si trovano i vari rumori della strada e della città (parliamo di suoni che oscillano tra i 500 e i 1.200 hertz).

Tutto questo, si promette, senza aumentare i costi di produzione. Quando però lo vedremo applicato alla produzione in serie rimane un'incognita.

Fotogallery: Nissan al CES 2020