Arriverà entro la fine del 2020 con motorizzazioni a emissioni zero e stile rinnovato

Della nuova generazione di Jaguar XJ si è scritto già molto, ma di foto non se ne sono mai viste, fatta eccezione per un teaser della parte posteriore. Oggi possiamo dare un primo sguardo alla futura ammiraglia della Casa inglese grazie alle prime foto spia che la ritraggono, chiaramente ancora ben camuffata, a bordo di un carrello trainato da una Range Rover in mezzo alla neve.

Fotogallery: Nuova Jaguar XJ, le foto spia

L’ammiraglia della rivoluzione

A prima vista le proporzioni della nuova della Jaguar XJ non sembrano essere stravolte rispetto alla generazione attuale, ma a ben guardare si nota il lunotto che scende più dolcemente verso la coda, il muso leggermente più lungo e luci posteriori sottili e sviluppate in orizzontale. Sarà diverso rispetto ad ora anche l’aspetto delle luci anteriori, anch’esse più sottili e posteriori, passaruota (più bombati) e linee generali più nette e taglienti.

Un design che Ian Callum (ex responsabile del design di Jaguar – Land Rover) descriveva così “Non è solo una berlina a tre volumi. È qualcosa dentro la quale la gente vuole salire e guidare”.

La vera grande novità sarà però sotto pelle, con l’adozione della nuova piattaforma Modular Longitudinal Architecture (MLA) e – soprattutto – di motorizzazioni 100% elettriche (ma anche classici motori benzina e diesel, ma non sull’ammiraglia). Addio a cilindri e pistoni quindi per una mobilità 100% elettrica, anticipando di qualche tempo un’altra ammiraglia a emissioni zero come la Mercedes EQS. Se la super berlina di Stoccarca intatti è prevista per il 2021, l’arrivo della nuova generazione (la decima) della Jaguar XJ è previsto entro la fine del 2020.

Base comune

Alla base dell’elettrificazione della Jaguar XJ ci sarà – con ogni probabilità – l’unità GEN 5 firmata BMW e alla base del recente accordo tra la Casa tedesca e quella inglese. Un modulo compatto e in grado di soddisfare esigenze differenti, abbinandosi senza problemi a varie tipologie di modelli e carrozzerie.

Specifiche tecniche particolari non ce ne sono, anche se da più parti si parla di un’autonomia di almeno 470 km, grazie a un pacco batterie agli ioni di litio. Batterie che verranno assemblate in Gran Bretagna, nella fabbrica di Hams Hall, per soddisfare il fabbisogno della futura gamma Jaguar, sempre più elettrificata e che avrà la propria casa nello stabilimento inglese di Castle Bromwich, recentemente rinnovata proprio per questo motivo.