Arriverà tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021, con nuovi motori elettrificati

Continuano i test su strada per la nuova generazione della Mercedes Classe C, la media della Stella in arrivo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, con uno stile rinnovato e – soprattutto – tanta elettronica in più sia per quanto riguarda gli aiuti alla guida sia in abitacolo, con nuovo sistema di infotainment derivato (pare) da quello della nuova Classe S.

Fotogallery: Nuova Mercedes Classe C, nuove spy photo

Giù (pochi) veli

Rispetto alle foto spia pubblicate qualche tempo fa i muletti pizzicati dai fotografi hanno perso parte dei camuffamenti, specialmente all’anteriore, permettendoci di dare uno sguardo alla mascherina che pare sfoggiare listelli verticali. Si tratta della calandra cosiddetta Panamericana, riservata alle versioni più potenti delle Mercedes. Probabile quindi che l’esemplare fotografato sia firmato AMG, magari la C 43 AMG che attualmente conta su 390 CV e 520 Nm di coppia.

Al di là della mascherina si notano anche le luci posteriori a LED a sviluppo orizzontale, inserite in una coda che non sembra presentare grosse novità. In generale la nuova generazione della Mercedes Classe C manterrà le proporzioni dell’attuale, senza abbracciare uno stile da simil coupé. Per quello ci sarà la CLA.

Novità sotto pelle

La nuova Mercedes Classe C sarà basata su una versione modificata della piattaforma MRA2, con classico schema a trazione posteriore e misure molto simili alla generazione attuale. Un rinnovamento meccanico volto all’elettrificazione, con motorizzazione full hybrid e plug-in e pacchi batteria sistemati in modo da nn rubare spazio ad abitacolo e bagagliaio.

Motorizzazioni ancora più parche nei consumi con differenti livelli di potenza e naturalmente anche la versione 63 AMG che utilizzerà il noto V8 4 litri biturbo benzina. A livello di elettronica ci saranno vari sistemi di assistenza alla guida evoluti e un rinnovato infotainment basato sul sistema MBUX.