I bassi costi al distributore sono l'asso nella manica del SUV a gas, dotato del 3 cilindri 1.0 da 100 CV

Arriva l’alimentazione a gas GPL per la nuova generazione del SUV compatto Renault Captur. Ad averla è la Captur 1.0 TCe 100 GPL col motore a benzina turbo 3 cilindri 1.0 da 100 CV, già ordinabile con prezzi da 18.500 euro per l’allestimento base Life.

La più ricca Zen costa 2.150 euro in più e parte da 20.650 euro, mentre il sovrapprezzo per la Intense è di ulteriori 1.850 euro (da 22.500 euro). L’impianto a gas non si può avere per l’allestimento di punta Initiale Paris, disponibile solo con i motori a benzina turno 1.3 da 130 e 155 CV e con il diesel 1.5 da 115 CV. A parità di allestimento, la Captur con l'impianto a GPL costa 800 euro in più di quella che ne è priva.

Al momento in cui scriviamo la casa francese non ha rivelato la capienza della bombola ed i consumi, ancora in via di omologazione.

Modello Prezzo base
Renault Captur Life TCe 100 GPL 18.500 euro
Renault Captur Zen TCe 100 GPL 20.650 euro
Renault Captur Intense TCe 100 GPL 22.500 euro

Ricca già dalla "base"

Compresi nel prezzo della Life ci sono la frenata automatica con funzione anti-investimento di pedoni e ciclisti, i cerchi in acciaio di 16”, il cruise control, i fari a led, il divano scorrevole, il sistema per il mantenimento in corsia e quello che riproduce nel cruscotto i segnali stradali, oltre a dettagli di stile come gli specchietti in nero opaco e alla fascia superiore della plancia con fregi cromati.

La Zen aggiunge i cerchi in lega di 17”, i sensori di parcheggio posteriori, il pavimento del baule regolabile in altezza e lo schermo touch di 7” con Android Auto e Apple CarPlay, mentre per la Intense ci sono anche il climatizzatore automatico, il sistema di accesso a bordo senza chiave, la telecamera di parcheggio, i sensori di parcheggio anteriori e la commutazione automatica fra luci abbaglianti e anabbaglianti.

Fotogallery: Nuova Renault Captur 2020