Presentata dal vivo la Recharge, versione a batterie del SUV svedese, in arrivo entro il 2021 a 59.600 euro

L’avevamo già vista in foto lo scorso ottobre, ma solo in foto e accompagnata da poche informazioni tecniche. Ora eccola qua la Volvo XC40 elettrica, o meglio Recharge (o ancora Pure Electric P8), versione a batterie del SUV svedese.

Una prima assoluta per Volvo, fino ad ora impegnata nel segmento delle plug-in, e primo passo verso un futuro che farà completamente a meno dei motori endotermici. La Volvo XC40 Recharge arriverà nelle concessionarie entro il 2021 ed è già ordinabile con prezzo di listino fissato a 59.600 euro.

Compatta e sportiva

Su Insidevs Italia ve la raccontiamo per filo e per segno, con tutte le caratteristiche tecniche e con le importanti novità software che la contraddistinguono. Caratteristiche che per molti versi la affiancano idealmente alla concorrenza formata da Audi e-tron, Jaguar I-Pace e Mercedes EQC, oltre che alla prossima BMW iX3, in arrivo nel corso di quest’anno.

I dati parlano infatti di un’autonomia superiore ai 400 km grazie al pacco batterie – agli ioni di litio – sistemato sotto il pianale e destinato ad alimentare 2 motori: uno accoppiato all’asse anteriore e uno a quello posteriore. La potenza totale è di 408 CV con 660 Nm di coppia, naturalmente disponibili appena si preme il pedale dell’acceleratore. I tempi di ricarica variano da 7 ore e mezza con rete da 11 kW e 40 minuti se ci si attacca a colonnine da 150 kW.

Fotogallery: Volvo XC40 Recharge

Il SUV con Google dentro

Un’altra importante novità riguarda il sistema di infotainment basato su Android, il sistema operativo di Google, molto simile nelle funzioni a quello presente sui nostri smartphone. È infatti sempre collegato alla rete, si possono scaricare applicazioni da Play Store (no, non potete scaricare giochi, YouTube o Netflix) e nuovi aggiornamenti. La Volvo XC40 elettrica infatti può essere aggiornata Over The Air e non bisogna quindi andare in officina per scaricare nuovi software.

Trattandosi di un sistema Android non mancano nemmeno Google Maps, modificato in ottica auto elettrica e in grado di calcolare il tragitto tenendo conto delle necessità di ricarica, e Google Assistant, l’assistente vocale di Google tramite il quale gestire varie funzionalità come clima, infotainment e così via.