Più larga e alta da terra, è modificata all'interno ma non tecnicamente: c'è il W12 6.0 da 635 CV

Dopo aver partecipato con successo alla Pikes Peak Hill Climb, una celebre gara in salita negli Stati Uniti, Bentley prenderà via di un’altra gara decisamente lontana da quelle in pista per cui è famosa: è la GP Ice Race di Zell am See, in Austria, una corsa sul ghiaccio in programma sabato 1 e domenica 2 febbraio riedizione della gara storica che si tenne per la prima volta nel 1937 (vi partecipano auto stradali o preparate da corsa).

La casa inglese si presenterà con una versione appositamente preparata della lussuosa coupé Continental GT, dotata del motore 12 cilindri biturbo 6.0 da 635 CV.

Bentley Continental GT Ice Racing

Va forte anche senza stravolgimenti

L’obiettivo della casa inglese, come ha raccontato il responsabile della sua divisione sportiva, era mettere a punto un’auto da corsa il più possibile derivata da quella stradale, seguendo così lo stesso approccio scelto per l’auto della Pikes Peak Hill Climb, a dimostrare che la Continental GT può ben figurare in gara pure senza grossi stravolgimenti.

All’interno perciò Bentley ha aggiunto il roll bar di sicurezza, l’estintore, sedili a guscio e cinture a 4 punti d’ancoraggio, mentre all’esterno cambiano lo scarico, i passaruota (le carreggiate sono più ampie di 1,5 cm), l’assetto (rialzato) ed i pneumatici, dotati di piccoli chiodi per migliorare l’aderenza sul ghiaccio. Non mancano modifiche funzionali, come i fari supplementari, o estetiche, compreso il porta-sci al tetto.

Giovane, ma già vittoriosa

Questa speciale Continental GT sarà portata in gara dalla 22enne pilota britannica Catie Munnings, vincitrice dell’ultima edizione del campionato europeo rally femminile.

Fotogallery: La Bentley Continental GT per la gara sul ghiaccio