La Casa di Sant'Agata resta uno dei datori di lavoro più attrattivi in Italia. Ecco quali posizioni sono aperte e come candidarsi

Il titolo di "Top Employer Italia 2020" resta per il settimo anno consecutivo all'interno della Motor Valley, visto che è di nuovo Lamborghini ad aggiudicarsi la prestigiosa certificazione, assegnata dal Top Employers Institute, ente certificatore globale delle aziende che raggiungono i più alti standard qualitativi nelle politiche di gestione dei propri dipendenti.

Chi sogna di lavorare a Sant'Agata può accedere all'area Jobs open positions del sito Lamborghini.com e valutare se ci sono settori che rispecchino le proprie competenze specifiche. Al momento le posizioni disponibili sono quattro: stress & strain analysis engineer, product development process specialist, process & systems e paint application engineer. 

Sempre dalla stessa pagina si può inviare il proprio curriculum vitae. Volendo è anche disponibile un form per candidature aperte, da cui inviare le proprie competenze, il percorso di studi e parlare degli interessi in merito ad un'eventuale posizione lavorativa. 

Azienda in salute

La certificazione "Top Employer Italia 2020" premia l’approccio di Lamborghini nella gestione delle risorse umane e da questo punto di vista un grande traino, in questo senso, è rappresentato dall’introduzione del SUV Urus.

La casa, infatti, ha raddoppiato volumi, fatturato, spazi occupati e il numero di dipendenti, arrivati a oltre 1.800 a fine 2019. Una crescita del 62% negli ultimi 5 anni. Le oltre 100 assunzioni avvenute lo scorso anno sono state ben bilanciate tra personale impiegatizio e addetti alle linee produttive e hanno ulteriormente abbassato l’età media aziendale, oggi al di sotto dei 39 anni.

Livellamento delle risorse 

Relativamente alla gestione delle differenze tra dipendenti è stato recentemente avviato un progetto pilota di reverse mentoring, finalizzato a ridurre il gap generazionale in azienda, dove il 60% dei dipendenti va dai 21 ai 39 anni. Così si cerca di stimolare il trasferimento di conoscenze trasversali tra dipendenti junior e professionisti senior, in ottica di miglioramento continuo delle competenze dei nuovi arrivati.

In tema di diversità di genere, Lamborghini opera in regime di parità retributiva tra dipendenti donne e uomini, a parità di qualifica e mansioni, e con il rinnovo del contratto integrativo ha introdotto numerose iniziative a favore della pari genitorialità, che premiano anche economicamente le neo mamme con un aumento della quota integrativa durante il periodo di astensione facoltativa di maternità.