Frontale ridisegnato, misure invariate e classici motori benzina e diesel per la versione restylizzata della piccola francese

La Citroen C3 si prepara alla sfida nel segmento delle piccole con il classico restyling di metà carriera. Una rinfrescata che non ne stravolge l’estetica, aggiornata dove serve, e porta un po’ di tecnologia in più, per non perdere posizioni nelle classifiche di vendita, che hanno visto la piccola del Double Chevron prendersi la settima piazza in Italia ne 2019.

Fotogallery: Citroën C3 restyling (2020)

Parola d’ordine: personalizzare

Lanciata nel 2016 la terza generazione di Citroen C3 ha puntato fin da subito sulle ampie possibilità di personalizzazione, una carta giocata anche dal restyling che ampia ulteriormente le combinazioni tra colori e altri accessori (come i cerchi da 16  17 pollici), per un totale di 97. Comune a tutte le versioni ci sono la mascherina ridisegnata e ispirata alla concept CXperience del 2016, le luci full LED e i classici airbump.

Personalizzazioni che comprendono anche l’abitacolo, invariato nell’impostazione ma rinnovato per quanto riguarda la possibilità di scelta di materiali e abbinamenti, con 2 nuovi ambienti denominati Emeraude, con rivestimenti in tessuto dinamico e plancia in TEP nero, o Techwood, comprensivo di sedili rivestiti in tessuto chiaro e plancia con inserto effetto legno. Altra grande novità sono i sedili Advanced Comfort, simili a quelli della Citroen C4.

La tecnologia

Rimane invece invariato il monitor dell’infotaiment, fermo a quota 7”, rinnovato nella tecnologia con mappe live TomTom che segnalano la situazione del traffico lungo il tragitto e compatibilità Android Auto ed Apple CarPlay. Rimane al suo posto anche la ConnectedCAM, la telecamera frontale sistemata davanti allo specchietto centrale, per fare foto e video da postare sui social o da utilizzare come dash cam in caso di incidente.

Per evitarli la C3 restyling fa affidamento su frenata d’emergenza, telecamera posteriore di parcheggio e sensori anteriori e posteriori, avviso di superamento involontario della linea di carreggiata, sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, riconoscimento dei limiti di velocità, cruise control e limitatore di velocità.

La piccola non elettrificata

In arrivo in Italia per la metà del 2020 la Citroen C3 restyling sarà disponibile con classiche motorizzazioni benzina e diesel, senza quindi fare ricorso a versioni ibride o mild hybrid. Lato benzina ci sarà il 3 cilindri Pure Tech da 83 o 110 CV, il primo con cambio manuale 5 marce il secondo con manuale 6 marce o automatico EAT6 a 6 rapporti.

Per quanto riguarda il diesel l’unica scelta sarà rappresentata dal BlueHDi da 100 CV con cambio manuale 5 marce.