Sarà presentata al prossimo Salone di Ginevra assieme alla GTI normale da 245 CV e la GTD col turbodiesel da 190 CV

La nuova Volkswagen Golf è una delle protagoniste indiscusse di queste prime settimane del 2020. Presentata e guidata sul finire dello scorso anno, la compatta tedesca è arriverà nelle concessionarie a partire dal prossimo mese e sempre a marzo si svelerà – al Salone di Ginevra – nelle sue varianti sportive GTI che, con la settima generazione, si sono divise in 2: una “normale” e l’altra ancora più pepata. Una norma che ritornerà anche con l’ottava generazione, con la GTI classica e la più cattiva, contraddistinta dalla sigla TCR.

Estetica dedicata

Proprio quest’ultima è stata pizzicata dai nostri fotografi durante alcuni test in mezzo alla neve, a ridosso del suo debutto a Ginevra. E se pensate che si tratti in realtà di una GTI normale, un piccolo particolare svela la reale natura dell’esemplare spiato: i dischi dei freni perforati, proprio come sulla precedente Golf GTI TCR.

Photo espion VW Golf GTI TCR
Photo espion VW Golf GTI TCR

Ci sono poi altri particolari dedicati alla TCR, come paraurti anteriore e posteriore, diffusore, scarico sdoppiato cerchi in lega con nuovo disegno e così via. Unico elemento ripreso dalla Golf normale è lo spoiler, che sulla TCR sarà ben più grande.

Non solo più potenza

Come rivelato da un’immagine pubblicata qualche giorno fa, la nuova Volkswagen Golf TCR – che manterrà la sola trazione anteriore – sarà mossa dal solito 2.0 turbo benzina portato a quota 300 CV, appena 10 CV in meno rispetto all’attuale Golf R. Ma le novità non saranno unicamente sotto il cofano: la nuova Golf TCR monterà anche un impianto frenante potenziato e assetto rivisto.

Per chi vorrà ancora più potenza ci sarà la nuova Golf R, mossa da 330 CV scaricati a terra da tutte e 4 le ruote, attesa al debutto al prossimo Goodwool Festival of Speed.

 

Fotogallery: Volkswagen Golf GTI TCR, le foto spia