Il costruttore tedesco permette così di scegliere in fase di acquisto della vettura quali accessori montare

All’interno della gamma Audi, i modelli della famiglia Q sono quelli dall’indole più poliedrica. Spaziosi e dalle buone doti anche fuoristradistiche garantite dalla trazione integrale quattro e dalla maggiore altezza da terra, sono modelli pensati per un utilizzo trasversale.

Che si tratti del tradizionale percorso casa-lavoro, o di una gita fuori porta con amici o famiglia, rappresentano il compromesso ideale tra “lavoro e piacere”. Per enfatizzare ulteriormente quest’indole dei suoi modelli, Audi ha messo a punto un inedito pacchetto denominato Outdoor, che non si limita a proporre nuovi o accessori per il tempo libero, ma ne rivoluziona di fatto anche il sistema di acquisto.

Si sceglie dalla lista optional

Fino ad ora, infatti, in fase di acquisto di un nuovo modello della gamma Q era possibile acquistare unicamente gli elementi presenti nella seppur lunga lista di optional, mentre molti accessori, specialmente quelli dedicati al trasporti, venivano “relegati” al catalogo accessori.

Il loro acquisto, quindi, era possibile unicamente in un secondo momento rispetto all’acquisto della vettura. Il cliente doveva reperire il catalogo, scegliere l’accessorio desiderato e a quel punto recarsi in un punto vendita autorizzato per ordinarlo.

Ora però, le cose sono cambiate. Con il pacchetto Outdoor gli accessori si scelgono già in fase di acquisto della vettura e quando arriva il giorno della consegna, il cliente la ritirerà già con tutti gli accessori montati.

Fotogallery: Audi, con il pacchetto Outdoor addio all'aftermarket

Il kit base

Il pacchetto Outdoor dedicato ai modelli Q offre alcuni elementi appositamente pensati per chi, dopo aver utilizzato l’auto dal lunedì al venerdì per andare e tornare dal lavoro, nel weekend la sfrutta per qualche gita fuori porta.

Compresi nel pacchetto, quindi, troviamo elementi come i tappetini anteriori e posteriori in gomma antiscivolo e antitaglio. A questi si aggiungono anche le barre porta carico per il tetto (per i modelli che già non le offrono di serie naturalmente) e una pratica vasca pieghevole per il bagagliaio con una capienza di 32 litri all’interno della quale è possibile stipare oggetti di piccole dimensioni.

Esclusivamente per i modelli benzina e Diesel è poi presente anche una copertura in plastica impermeabile per il piano di carico. Questo non è disponibile per i modelli ibridi a causa della loro differente struttura del vano bagagli. 

Audi, aftermarket addio col pacchetto Outdoor
Audi, aftermarket addio col pacchetto Outdoor

I tre accessori

Tutti questi elementi insieme rappresentano la base del pacchetto Outdoor. A questo punto, ogni cliente può scegliere fra altri tre elementi da aggiungere ai contenuti del pacchetto. Il primo è il porta biciclette per il tetto, realizzato in alluminio anodizzato, appositamente studiato per trasportare fino a due biciclette dal peso massimo di 20 kg ciascuna.

Il secondo accessorio che è possibile scegliere è il classico portasci, mentre per chi ha bisogno di aumentare la capacità di carico del proprio veicolo, Audi mette a disposizione un box da tetto con una capacità di 360 litri.

Questo è completamente impermeabile e assicura una portata fino a 75 kg.  Tutti e tre gli accessori a listino sono stati sviluppati da Audi per avere il minor impatto possibile dal punto di vista aerodinamico.

Abbiamo avuto modo di provare una Q5 con il box da tetto sulle strade della Sardegna e il fruscio generato dall’aria non risulta fastidioso o eccessivo.

Si risparmia fino al 20%

Ma il vero valore aggiunto del pacchetto Outdoor è rappresentato dalla possibilità di ricevere la macchina già con l’accessorio montato.

Questo, secondo Audi, assicura al cliente un vantaggio in termini di costo che si aggira intorno al 20% rispetto ad acquistare l’accessorio in un secondo momento, dovendo sostenere, oltre alle spese di acquisto, anche quelle di montaggio. In questo modo il costruttore tedesco permette di risparmiare, assicurando inoltre una migliore qualità del lavoro finito.