Dopo la Twingo elettrica, in arrivo un'altra piccola a zero emissioni per il Gruppo Renault

E’ atteso fra 1 o 2 anni l’esordio dell’elettrica a marchio Dacia. A confermarlo è un documento diffuso dal Gruppo Renault, del quale fa parte Dacia, dove si fa il punto delle novità ibride o elettriche attese nei prossimi 2 anni: in tutto ne arriveranno 12.

Oltre alle già annunciate Captur e Megane con l’ibrido plug in, e alla Clio dotata dell’ibrido leggero, sono presenti nella tabella anche la versione a batterie della citycar Renault Twingo (la vedremo a marzo, al Salone di Ginevra) e un modello noto al momento come Dacia Urban City car, in arrivo nel 2021 o 2022.

Prezzo ridotto, autonomia pure

In base alle indiscrezioni emerse, la Urban City car potrebbe essere la versione “griffata” Dacia della citycar Renault City K-ZE (nella foto in basso), un modello presentato nel 2019 e venduto solo in Cina. Ha dimensioni ridotte, perché misura 3,74 metri in lunghezza e 1,58 metri in larghezza, oltre ad un motore da 45 CV alimentato da batterie con capacità di 26,8 kWh.

Dacia EV

Non è escluso però che la City K-ZE venga rivista e migliorata, considerato che velocità massima (105 km/h) e autonomia sono ridotte per i più elevati standard europei: il dato ufficiale è 270 km con una carica completa. In Cina è venduta all'equivalente di 8.100 euro.

Fotogallery: Renault City K-ZE