E no, non ci sarà una griglia oversize, mentre potrebbe crescere la potenza del V8 biturbo benzina

Il 2020 per la BMW Serie 5 farà rima con restyling, un aggiornamento di metà carriera che riguarderà anche la M5, versione più potente della berlina bavarese. Proprio lei è protagonista di una nuova serie di foto spia, con alcuni muletti ancora camuffati all’anteriore e al posteriore, per nascondere le principali novità estetiche che la contraddistingueranno.

Novità che non riguarderanno la mascherina e il classico doppio rene BMW, le cui dimensioni – almeno all’apparenza – rimarranno le solite. Niente cura di steroidi come invece avverrà sulla nuova Serie 4, anche se di certo non mancherà un aspetto più muscoloso rispetto alla Serie 5 normale, con la solita iniezione di potenza sotto il cofano.

Potente ma senza urlare

Da quello che si può vedere nelle spy photo la BMW M5 restyling manterrà il classico aspetto delle generazioni precedenti, vale a dire una caratterizzazione estetica evidente ma non “urlata”, senza esagerare con vistose appendici aerodinamiche e simili. Ci dovrebbero essere alcuni cambiamenti nel design dei paraurti, estrattore posteriore e poco altro.

Fotogallery: BMW M5 restyling, nuove foto spia

Anche in abitacolo le novità del restyling della berlina sportiva bavarese ci si aspettano cambiamenti minori per quanto riguarda lo stile, mentre la tecnologia dovrebbe crescere – e non di poco – con l’adozione del nuovo sistema di infotainment affiancato dalla strumentazione 100% digitale.

Si spinge ancora più su?

I dettagli riguardanti il motore della M5 rinnovata rimangono avvolti nell’ombra, anche se pare scontata l’adozione del solito V8 biturbo benzina di 4,4 litri che muove la versione attuale, con 600 CV e 700 Nm di coppia sulla normale e 625 CV sulla Competition. Numeri in linea con quelli della concorrenza, formata da Mercedes Classe E 63 AMG (612 CV) e Audi RS6 Avant (600 CV), ma che potrebbero aumentare – non di molto – col restyling.

Secondo alcuni rumors però potrebbe fare la sua comparsa un nuovo V8 (nome in codice S68), più compatto e potente, forse riservato a una ancora più sportiva – e in versione limitata – versione CS, a ricalcare quanto fatto con la M3.