La futura trasmissione Connected Shift System cambia marcia in modo predittivo sulla base di strada e traffico

Il cambio ha sempre avuto un ruolo chiave per la riduzione dei consumi nelle auto, basti pensare alle recenti trasmissioni dotate della funzione veleggio (l’auto procede per inerzia senza consumare carburante), ma questa sua funzione diventerà ancora più evidente nei prossimi anni.

Il Gruppo Hyundai-Kia, ad esempio, sta lavorando ad un nuovo tipo di cambio automatico, chiamato ICT Connected Shift System, in grado di selezionare la marcia ottimale in modo predittivo dopo aver identificato le condizioni di strada e traffico, quindi senza dipendere dallo stile di guida o dalle preferenze del guidatore.

Questione di software

La trasmissione ICT è dotata di un software più evoluto rispetto a quello degli attuali cambi automatici, che mette insieme i dati provenienti dai radar e dalla telecamera per il controllo del traffico: è in grado perciò di rilevare la velocità di crociera, la distanza dal veicolo che precede e la corsia di marcia. L’ICT, inoltre, si “appoggia” ad una mappa satellitare in 3 dimensioni, che include informazioni come l’altitudine della strada percorsa, la sua pendenza, il raggio di curvatura e le condizioni del traffico in tempo reale.

Il software “mixa” tutte queste informazioni e seleziona di conseguenza la marcia più adatta. Se è previsto un lungo rallentamento e il radar non scorge una perdita di velocità da parte dell’auto che precede, ad esempio, l’ICT passa in folle per ridurre i consumi; se il guidatore, invece, si sta immettendo in autostrada e ha bisogno della massima potenza, il cambio entra automaticamente nella modalità Sport e facilita così il raggiungimento della velocità desiderata, per ritornare poco dopo nella modalità di guida iniziale.

E' pensato (anche) per la guida autonoma

Il costruttore coreano, grazie a questa tecnologia, ha calcolato la riduzione dei cambi marcia durante le curve di circa il 43% rispetto ai veicoli che ne sono sprovvisti, mentre l’utilizzo del freno è risultato inferiore dell’11%, a dimostrazione che il cambio ICT rende la guida più fluida e confortevole. Il cambio arriverà nei prossimi anni ed è studiato anche in funzione della guida autonoma, con l’obiettivo rendere la marcia dell’auto più lineare.

Fotogallery: Hyundai Connected Shift System