Non vi piacciono le versioni più spinte delle Case? Qui c'è un'ottima alternativa

Al Salone di Ginevra, in programma dal 5 al 15 marzo, Aston Martin presenta una DBX speciale messa a punto dalla sua divisione Q. C'è però chi già va oltre e propone un kit aftermarket esagerato. E' il tuner tedesco Lumma Design che l'ha ribattezzata "Lumma CLR AM".

Questo preparatore è principalmente conosciuto per le personalizzazioni sulle auto dei marchi premium tedeschi e questo è il suo primo progetto su un modello Aston Martin. Si tratta di un impressionante pacchetto full-body che trasforma il SUV di lusso in un'auto dal look aggressivo.

Fotogallery: Aston Martin DBX by Lumma Design

Cosa cambia

A partire dal frontale, il kit include un paraurti modificato con un nuovo splitter, prese d'aria sul cofano e telaio della griglia a contrasto, tutti realizzati in fibra di carbonio. Ai lati, le nuove mini gonne si collegano visivamente con i passaruota allargati, per dare all'auto un aspetto più muscoloso.

Questa interpretazione della DBX "calza" nuove ruote da oltre 20", con un design a cinque razze sdoppiate e serraggio centrale. La società dichiara che le combinazioni ottimali ruote-pneumatici saranno testate e determinate prima dell'inizio della consegna nel quarto trimestre del 2020.

Trionfo della fibra

Il posteriore è probabilmente la parte più impressionante con un nuovo diffusore in fibra di carbonio, spoiler paraurti e spoiler sul tetto. Lo stesso tema del carbonio continua all'interno della cabina in cui Lumma ha installato finiture interne in carbonio, un volante ottimizzato ergonomicamente con inserti in carbonio e inserti sui pedali sempre in carbonio. Ulteriori componenti esterni e interni sono attualmente in fase di test.

Lumma metterà in vendita solo 20 copie del pacchetto completo di tuning con consegne previste per il quarto trimestre di quest'anno. I prezzi saranno resi noti quando ci avvicineremo alla data di consegna.