Sotto il cofano il 1.0 Firefly a tre cilindri da 70 CV abbinato ad un sistema elettrificato a 12V, lo stesso di Fiat Panda e 500

La Lancia Ypsilon, come sappiamo, condivide la maggior parte della componentistica con le cugine Fiat Panda e 500 che, da poche settimane, hanno debuttato nella loro variante più green mild hybrid (ecco cosa sono e a chi convengono). Era solo una questione di tempo quindi prima che questo sistema elettrificato giungesse anche sulla piccola Lancia che, in questo modo, guadagna tutti i benefici fiscali e relativi alla circolazione riservati ai veicoli ibridi.

1.0 Firefly da 70 CV con sistema a 12V

Sotto il cofano troviamo il motore Firefly 1.0 a tre cilindri benzina da 70 CV e 92 Nm di coppia massima abbinato ad un piccolo modulo elettrico da 12V alimentato da una batteria al litio, troppo piccolo per garantire motricità alle ruote ma sufficiente a conquistare l’omologazione ibrida.

Sulla carta infatti si parla di consumi ed emissioni che, a seconda delle versioni, dovrebbero essere abbattute di circa il 20% rispetto alla Ypsilon tradizionale a benzina. Da un punto di vista tecnico non cambia nulla quindi rispetto a quanto già visto sulle sorelle Fiat, per cui potete navigare sul sito Motor1.com per avere maggiori dettagli sulla motorizzazione mild hybrid in questione e leggere le prove di Panda e 500 mild hybrid.

Prezzi a partire da 14.450 euro

Sul sito della Casa è già possibile configurare la Ypsilon scegliendo tra tre diverse motorizzazioni, ibrida, benzina GPL e benzina metano. Sparisce quindi dal listino la motorizzazione esclusivamente a benzina a favore dell’elettrificata che, in allestimento base Silver, ha un prezzo di partenza di 14.450 euro. Al top di gamma si arriva poi ai 15.750 della versione Gold. Di serie fin dal primo step abbiamo autoradio con comandi al volante, climatizzatore manuale, copricerchi da 15” in nero opaco e sedile posteriore sdoppiato.

Fotogallery: Lancia Ypsilon Monogram