In esclusiva su InsideEVs i dettagli del piano “green” di ASPI per aprire all’elettrico la grande viabilità

Il nodo infrastrutture è sempre stato uno dei principali limiti allo sviluppo della mobilità elettrica, in particolar modo sulle autostrade. Qualcosa però ha cominciato a muoversi e dopo le recenti dichiarazioni dell’a.d. di ASPI, Roberto Tomasi, InsideEVs.it è riuscito a mettere insieme tutti i principali elementi del piano predisposto da Autostrade per rendere la grande viabilità a prova di auto elettrica.

Le aree di servizio coinvolte

La prima fase del progetto prevede l’installazione di stazioni di ricarica ultra-veloci da 4-6 postazioni in 67 aree di servizio, visibili sulla mappa pubblicata da InsideEVs.it.

A quanto appreso, ASPI ha sviluppato la sua strategia nell’ottica di una gestione diretta dell’infrastruttura di ricarica, con una logica “multiclient” pensata per servire indistintamente tutti gli automobilisti che possono ricaricare in corrente continua. La posa delle colonnine comincerà quest’anno.

Obiettivo: copertura totale

Il piano avrà anche una fase due che scatterà quando sarà raggiunto un determinato tasso di utilizzo delle colonnine installate. L’obiettivo a tendere sarà quindi quello di arrivare a coprire il 100% della rete di competenza di ASPI.

Per tutti i dettagli del piano leggi l’articolo di InsideEVs.it.