La casa automobilistica BYD si è reinventata e ne produce ben 5 milioni al giorno insieme a migliaia di disinfettanti

Non più solo auto, ma anche mascherine e disinfettante. Ai tempi del Coronavirus il costruttore cinese BYD si è reinventato per produrre ciò che adesso serve di più e in quantità elevata. E' così che i 1.300 dipendenti, che in questo modo continuano a lavorare in un contesto in cui le auto non si vendono, producono ogni giorno cinque milioni di mascherine e oltre 300 mila flaconi di disinfettante.

Numeri elevatissimi con cui BYD è diventato il più grande produttore di mascherine e disinfettante al mondo. BYD, infatti, non è l'unico costruttore che ha convertito la produzione. Ci sono anche gli stabilimenti auto della SGMW (joint venture di General Motor) e della SAIC Motor che stanno producendo mascherine, ma con numeri inferiori (circa 2 milioni di mascherine al giorno).

Qualità riconosciuta e apprezzata

E' da gennaio che lo stabilimento di Shenzhen ha modificato la linea produttiva e lo scorso 8 febbraio ha raggiunto la piena operatività dividendo i turni tra operai per essere operativi 24 ore su 24.

La qualità è stata riconosciuta del Governo cinese, che ha persino parlato di mascherine "significativamente migliori rispetto a mascherine simili nel settore".

Anche batterie per auto elettriche

BYD produce anche batterie per auto elettriche e continua a farlo garantendo agli operai gli standard di sicurezza sanitaria necessari in questo momento.