Succede a Martorell, vicino a Barcellona, grazie a ingranaggi stampati, albero del cambio e motorino del tergicristallo riadattato

Anche il settore auto è in prima linea nella lotta al Coronavirus, non solo con donazioni monetarie o veicoli messi a disposizione degli operatori sanitari (come ha fatto FCA Bank) o attraverso la fornitura - sempre gratuita - di materiale disinfettante (pensiamo ad Arexons). Tanti costruttori hanno iniziato a produrre mascherine e respiratori (come vi raccontiamo in quest'articolo) e in Spagna il primato spetta naturalmente a Seat.

Dopo 13 prototipi, un modello di respiratore ha superato tutti i test dell'Agenzia Spagnola di Medicina ed è pronto a essere prodotto in serie: si chiama OxyGEN ed è stato progettato gratuitamente dalla società Protofy.xyz. L'obiettivo è di produrne 300 al giorno sulla linea di assemblaggio della Seat Leon.

La chiave è il tergicristallo

Qui vi vogliamo raccontare come sono riusciti a concepire il respiratore: fra gli 80 pezzi meccanici ed elettronici necessari ci sono ingranaggi stampati, alberi del cambio e i motorini dei tergicristalli riadattati.

Fotogallery: Seat, al via la produzione di respiratori contro il Coronavirus

"Modificare una linea di assemblaggio che produce un sottotelaio per convertirla alla produzione di respiratori è stato un duro lavoro", dice Sergio Arreciado, dell'area Ingegneria di Processi di Seat. "Sono state coinvolte molte aree dell'azienda e ci siamo riusciti in tempi record, una settimana".

Come si può contribuire

Ricordiamo che tutti noi possiamo partecipare alla raccolta fondi per la Croce Rossa Italiana, direttamente sul sito CrowdForLife.it, mentre in questo articolo vi spieghiamo come donare a ospedali e Protezione Civile.