Lanciata una raccolta fondi per il sistema sanitario del Modenese, che la Casa sosterrà raddoppiando ogni donazione

Prosegue l’impegno di Ferrari in risposta alla difficile situazione scatenata dall'espandersi del Coronavirus. Dal quartier generale del Cavallino è partita una raccolta fondi a favore del sistema sanitario della Provincia di Modena, che sarà sarà ancora più efficace grazie alla volontà del marchio di raddoppiare tutte le donazioni dei clienti.

L’iniziativa nasce dall'unione delle forze del costruttore e dei suoi molteplici clienti internazionali, che negli ultimi anni hanno preso parte alle varie Cavalcade. Si tratta di esperienze di viaggio organizzate dal brand italiano al volante delle proprie vetture.

Al servizio della sanità

Le prime risorse sono state subito messe a disposizione del territorio di Modena e sarà attraverso l'Azienda Unità Sanitaria Locale (A.USL) che queste verranno impiegate nella cura dei pazienti affetti da Covid-19 e nell’acquisto di presidi e attrezzature mediche utili per contrastare il contagio.

Fotogallery: Ferrari Cavalcade Classiche a Roma

Una parte dei finanziamenti, poi, è già stata finalizzata al potenziamento della telemedicina, che consente di monitorare a distanza i cittadini con sintomi compatibili con il virus attraverso diversi dispositivi collegati in bluetooth con smartphone o tablet.

Altri aiuti

In questi giorni, in virtù della donazione, la A.USL di Modena sta utilizzando queste tecnologie per alcuni pazienti positivi al virus con patologie neurologiche, ospitati all’interno delle Case Residenza Anziani della Provincia.

Alla stessa A.USL, Ferrari ha recentemente donato un’ambulanza, già entrata in servizio al Pronto Soccorso a supporto dei pazienti COVID-19. La Casa continua a valutare ulteriori azioni per portare concretamente il suo aiuto nell’emergenza anche grazie alla generosità dei clienti presenti in tutto il mondo.