Il McLaren Technology Center di Woking apre le porte agli appassionati in questo momento difficile con un'iniziativa on line

Una serie di cortometraggi, creati per illustrare le tecnologie alla base dei modelli McLaren, saranno condivisi attraverso i canali multimediali della Casa inglese nelle prossime settimane. L'idea è quella di educare e intrattenere fan e clienti, che potranno gustarsi comodamente da casa ogni episodio tramite i social, IG e FB, il canale YouTube e il sito web del costruttore.

Il McLaren Tech Club è progettato per chi vuole approfondire il concept di ogni auto, ampliando anche le proprie conoscenze automobilistiche. I nuovi mini-documentari, infatti, esplorano le tecnologie innovative sviluppate dai progettisti e dagli ingegneri, capaci di far raggiungere prestazioni incredibili alle supercar del brand.

Si parte con la Elva

Il primo episodio si intitola "Come riesce la McLaren Elva ad essere comoda a 110 Km/h senza parabrezza?". In questo caso il video esamina il rivoluzionario (AAMS), Active Air Management System, ovvero la soluzione impiegata sull'ultima roadster che fa parte della Ultimate Series

Fotogallery: McLaren Elva

Si tratta di un sistema che crea una "bolla d'aria" per conducente e passeggero, capace di tenerli lontani dalle turbolenze, nonostante l'auto non abbia il parabrezza. Nel video il Direttore dei reparti ingegneria e design Dan Parry-Williams, illustra agli spettatori la soluzione innovativa che offre una guida confortevole fino a 110 Km/h, senza barriere fisiche che riparino dal flusso d'aria frontale.

Aspettando gli altri episodi

Presentato con uno stile facilmente fruibile, il contenuto del McLaren Tech Club è progettato per gli spettatori di tutte le età. Il secondo appuntamento è uscito ieri, giovedì 9 aprile, e si intitola "Cosa rende il design dell'ala della Senna GTR così unico?". A illustrare il contenuto c'è Esteban Palazzo, Capo del Design di McLaren.

Fotogallery: McLaren Senna GTR, la prova in pista

Nel video si discute dell'incredibile ala posteriore in fibra di carbonio (qui il video), in attesa dei futuri episodi che includeranno una spiegazione della Ignition Cut Technology e un approfondimento del design della nuova McLaren 765LT