La nostra chiacchierata da casa a casa con il creatore delle auto da “sogno impossibile” per antonomasia

La passione per un’auto non è necessariamente proporzionale alla sua scala. Lo sa bene chi (e siamo tanti) sogna un’automobile che magari non si può permettere e ce lo ricorda Horacio Pagani, insospettabile collezionista seriale di modellini. Lo è da quando, ancora bambino, viveva in Argentina e non avrebbe mai immaginato di creare un Costruttori di Hypercar.

Parlare con Horacio è sempre un piacere e lo abbiamo voluto fare anche in questo momento difficile per tutti. Ci ha raccontato la tristezza che prova in queste settimane a causa della mancanza del contatto umano con i dipendenti della sua azienda, ma anche lo spirito positivo che lo anima nel pensare al futuro che ci aspetta.

E poi ci ha condiviso una storia, inedita, di come la bellezza scultorea della Zonda è riuscita ad “aprire gli occhi” di un famoso cantante che non può godere normalmente del senso della vista.

Un’intervista tutta da ascoltare per sognare un po’ aspettando di tornare a guidare!