Nel 2006 iniziò immortalando le supercar più cool del pianeta, oggi fa sognare i suoi fan guidandole... e sapete quali sono le sue preferite?

Sempre pronto a catturare il suono di un motore con la telecamera, a fotografare le supercar più rare del mondo e a descrivere cosa si prova nel guidare auto da sogno, dal 2006 è uno dei riferimenti della rete, quando si tratta di dover raccontare un'auto. Marchettino ha iniziato a guadagnarsi la stima dei suoi follower (ad oggi, oltre 600 mila iscritti sul suo canale YouTube e oltre 130 mila sulla pagina Instagram) condividendo la sua giovanissima propensione alla comunicazione che da subito è stata apprezzata, con video - e sound da ascoltare a tutto volume - di supercar esotiche sempre al centro del suo obiettivo.

Poi però, Marchettino è cresciuto così come il suo seguito, e una volta conseguita la patente il livello del coinvolgimento ha compiuto un enorme balzo in avanti - oppure laterale dipende dai punti di vista - poiché il nostro protagonista da passeggero/spettatore si è potuto mettere al volante, testando in prima persona le automobili bramate da tutti i suoi fan (e non solo), crescendo di livello a 360° anno dopo anno.

E il Marchettino che conosciamo oggi è un giovane, sempre composto e riservato, che però si lascia andare a confidenze e tensioni (di quelle belle) solo quando è al cospetto di un certo tipo di auto, o meglio, di esperienze. Ed ecco perché vederlo emozionatissimo quando racconta la sua prima volta su di una Formula 1 trasmette una purezza di sentimenti che è maturata insieme a lui, ma lasciandogli ancora quelle “voglie di gioventù” che lo rendono un insaziabile cacciatore di rombanti emozioni su ruote. E ora, non siete curiosi di sapere le prove che porta sul podio, oppure la YoungTimer che si comprerebbe domani? Noi sì...