Il video trasmesso durante il Concerto del primo maggio, promuove per la prima volta l’acquisto di auto prodotte in Italia

Debutta simbolicamente nel giorno della festa dei lavoratori - durante la diretta tv tradizionale “concertone” - il nuovo spot FCA “dedicato all’Italia” e alla riapertura (parziale) del paese con la Fase 2.

A prima vista sembrerebbe l’ennesimo video di “incoraggiamento”, a tratti nazional popolare, trasmesso in questo periodo. Ma è uno spot politicamente di peso, sia perché è firmato dalla più grande azienda presente nel nostro paese (che “costruisce automobili dal 1899”), sia perché porta in dote un messaggio forte: “ripartiamo da prodotti italiani”.

Un invito inedito (ed esplicito) a comprare auto fabbricate in Italia.

Gli italiani… e i modelli Made in Italy

Il video ha un taglio squisitamente emozionale e parte evocando la storicità dell’azienda e la cultura del fare auto e motori; un attimo dopo il messaggio si sposta sulla celebrazione di chi in questo periodo di emergenza non ha mai smesso di lavorare: “Bisogna rimettere in moto l’economia del Paese, e bisogna farlo ripartendo dal vero motore dell’Italia: gli italiani” recita la voce narrante interpretata da Luca Ward.

Il messaggio del “comprare auto italiane” è invece demandato ai cartelli finali. Prima “Ripartiamo dall’Italia. Ripartiamo dai prodotti italiani” e quindi la lista di tutti i modelli del Gruppo FCA (Alfa Romeo, Fiat, Fiat Professione, Maserati e Jeep) assemblati effettivamente nel nostro paese. Con un ruolo di primo piano affidato alla Nuova 500 (quella elettrica perchè, la 500 normale è Made in Polonia).

Un frame dello stop FCA dedicato all’Italia
Il frame finale dello spot con la lista dei modelli “Made in Italy”

Sapore di deglobalizzazione

Un messaggio del genere, per quanto coerente con i tempi che stiamo vivendo, non è affatto scontato per un’industria automobilistica che è globale per definizione. E potrebbe esser un primo segnale di quella deglobalizzazione che tanti analisti pronosticano per il dopo-pandemia. Deglobalizzazione che il Gruppo FCA (prossimamente allargato a PSA) avrebbe i “brand in regola” per affrontare, tanto su scala europea che americana.

Le dichiarazioni di Olivier Francois

“Il gruppo FCA vuole essere una parte attiva di questa ripresa, come lo è stato in tanti altri momenti storici, con i piedi per terra, e con tanta voglia di farcela – dichiara Olivier François, President Fiat Brand Global and Chief Marketing Officer FCA –. E con questo video parliamo a tutti gli italiani, ai nostri dipendenti, ai nostri concessionari, ai nostri fornitori e soprattutto ai nostri clienti, perché tutti insieme siamo il vero “motore” della ripresa del Belpaese”.