Con la Fase 2 riaprono gli autosaloni e scattano i protocolli di sicurezza. Ecco cosa succede all’interno di un concessionario Mazda

Con la Fase 2 hanno riaperto le concessionarie di auto che, come vi abbiamo anticipato in questo approfondimento, hanno dovuto riorganizzarsi da cima a fondo per rispettare i protocolli di sicurezza anti-covid. Era questa la condizione imprescindibile per far tornare i clienti negli autosaloni a fare un preventivo, un test drive o un tagliando in officina.

Si può fare tutto quello che si faceva prima, ma a debita distanza e per rendersi conto di cosa significa, abbiamo ricostruito l’esperienza di visita con le imagini realizzate dal concessionario Mazda Bianchessi di Cremona.

Procedure di distanziamento e sanificazione

Va detto che già nelle scorse settimane i concessionari hanno garantito interventi di manutenzione e assistenza a chi ha utilizzato l’auto per spostamenti di lavoro o per motivi sanitari, rimanendo in contatto online con la clientela e progettando le nuove procedure che consentono di ridurre i rischi per lavoratori e clienti alla riapertura anche delle aree di esposizione e vendita. Nuove regole che riguardano: 

  • Accettazione del cliente in showroom
  • Presentazione statica dell’auto
  • Sanificazione dell’auto in esposizione statica
  • Test drive
  • Sanificazione dell’auto usata in test drive
  • Accettazione officina per tagliandi e manutenzione

Accettazione in showroom

Per visitare la concessionaria è innanzitutto necessaria la prenotazione (che noi raccomandiamo anche per far valere i giustificati motivi di spostamento in caso di controllo).

All’ingresso dell’ambiente espositivo, si viene accolti da una postazione munita di gel disinfettante e dispositivi di protezione individuali. Nel caso ci si presentasse in concessionaria senza mascherina o guanti, è possibile utilizzare quelli messi a disposizione in quest’area.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Come da accordi presi per appuntamento, un addetto accompagna il cliente a una scrivania dotata di plexiglas e di posti a sedere adeguatamente distanziati per poter parlare dell’auto a cui si è interessati. In questo modo ogni documento (fogli da firmare o brochure informative) viene “trasmesso” tra le due persone a distanza di sicurezza. E ogni penna o matita usata per scrivere viene sanificata dopo l’utilizzo.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Presentazione statica

Quindi si passa alla visita in showroom per visionare le auto esposte fisicamente e esaminando tutto che si vuole, esattamente come prima: il bagagliaio, il vano motore o l’abitacolo. Il venditore deve però illustrare le caratteristiche del prodotto mantenendo le distanze. Ad esempio tenendo aperta la porta lato passeggero e rimanendo fuori dall’abitacolo.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Test drive

La fase più delicata per rispettare le regole di distanziamento è quella del Test Drive. E qui ci sono due opzioni: si può provare l’auto senza avere il venditore a bordo, che farà da “apripista” con una seconda auto lungo il percorso del test drive, con la possibilità di comunicare attraverso il vivavoce dei due abitacoli.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

In alternativa, sarà possibile rimanere in due all’interno della stessa automobile, con il venditore seduto dietro, sul lato destro. Garantendo così un maggiore distanziamento tra le due persone.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Pulizia e igienizzazione delle auto

Al termine di tutte le fasi in cui il cliente è venuto a contatto con l’automobile, è prevista la sanificazione degli elementi della carrozzeria e dell’abitacolo che sono stati toccati, sia durante il primo momento conoscitivo nello showroom sia durante il test drive. Partendo dalle maniglie delle porte e del portellone (sia esterne che interne), passando a volante, cambio, leve sul piantone e comandi dell’infotainment.

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Accettazione in officina

Per i clienti che devono portare l’auto in concessionaria per un tagliando o un altro intervento di manutenzione, le regole sono simili. Si deve prenotare l’intervento e al momento dell’accettazione un addetto provvederà all'igienizzazione di maniglie, volante, cambio e altre parti di “contatto” con l’auto, coprendole successivamente con del materiale plastico e sostituendo anche preventivamente il filtro aria dell’abitacolo. 

Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria

Per poi procedere ad un trattamento di sanificazione degli interni con un prodotto specifico, attivando l’impianto di climatizzazione con la funzione di ricircolo inserita. Tutto questo per garantire la sicurezza dei lavoratori impegnati in officina che si occuperanno dell’auto.

Stesso discorso per il cliente, ma a procedure invertite, al momento della riconsegna a lavori effettuati.

In Mazda si paga a gennaio

C’è poi la questione crisi economica che ha colpito il settore dopo il lungo ockdown e riguarderà anche gli italiani nei prossimi mesi. Per sostenere le vendite, la Case automobilistiche stanno sviluppando numerose iniziative di supporto e nel caso di Mazda è stato pensato un pacchetto finanziario chiamato Back to Drive, per permettere di acquistare un'auto nuova con finanziamenti a tassi ribassati e rimandando il pagamento della prima rata a gennaio del 2021. L’offerta include i primi 3 tagliandi e 5 anni di garanzia.

Usato, prima rata fra 3 mesi

Analogamente, anche per le auto usate garantite con programma Mazda Best Selection sono stati previsti pagamenti a tassi agevolati, spostando la scadenza della prima rata al 3° mese successivo alla data di acquisto.

Fotogallery: Fase 2 Coronavirus, pulizia auto e test drive in concessionaria