Anche le versioni più potenti di berlina e SUV del Biscione si preparano a ricevere alcune novità. E anche più cavalli?

A novembre 2019 è toccato alle versioni normali, il 7 maggio toccherà invece alle Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio ricevere novità per i model year 2020. A dare appuntamento a giovedì ci pensa uno scarno comunicato stampa, senza immagini teaser né altro, lasciandoci quindi con tante domande su cosa troveremo a bordo delle versioni più sportive del Biscione.

Domande che da una parte trovano risposta in quanto già visto a bordo di berlina e SUV normali a novembre, mentre dall’altra parte non rispondono al quesito più importante: il V6 avrà ancora più cavalli?

La GTA nel mirino?

Per provare a capire se e di quanto crescerà la potenza di Giulia e Stelvio Quadrifoglio si potrebbe guardare alla Giulia GTA, la versione non plus ultra della berlina del Biscione presentata a marzo (avrebbe dovuto essere tra le protagoniste del Salone di Ginevra) e forte – tra le altre cose –  di un upgrade di potenza che porta il V6 di 2,9 litri a 540 CV.

Cavalli in abbondanza (con prezzo di 175.000 euro e tiratura limitatissima) che non dovremmo ritrovare su Giulia e Stelvio Quadrifoglio, per le quali la cavalleria dovrebbe rimanere ferma ai già più che sufficienti 510 CV o, il condizionale è d’obbligo, toccare i 520 delle attuali versioni Alfa Romeo Racing.

In generale ci saranno tante conferme per quanto riguarda la meccanica, con trazione posteriore per Giulia e integrale per Stelvio, cambio automatico ZF a 8 rapporti, 600 Nm di coppia e 0-100 staccato in 3,9”.

Alfa Romeo Stelvio vs Giulia Quadrifoglio, la Drag Race
Alfa Romeo Stelvio vs Giulia Quadrifoglio, la Drag Race

Sportive con la tecnologia

Se a livello meccanico e prestazionale quindi non dovrebbero esserci eclatanti novità, tecnologia e stile interno delle Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio m.y. 2020 ricalcheranno quanto già visto sulle rinnovate versione di Giulia e Stelvio normali. Novità che riguarderanno prima di tutto gli assistenti di guida, ora di Livello 2 grazie a cruise control adattivo e mantenitore attivo della corsia, assieme a riconoscimento della segnaletica stradale, monitoraggio dell’angolo cieco e altro ancora.

Nuovo sarà anche l’infotainment, col nuovo monitor touch centrale da 8,8”, grafica rinnovata, compatibilità Alexa e Google Assistant, connettività e piano di ricarica wireless per gli smartphone compatibili.