Al Masa uno spazio dedicato alla sperimentazione per la mobilità di domani

Dici Motor Valley e non puoi non pensare anche all’innovazione ed all’eccellenza internazionale. Modena Automotive Smart Area (MASA), un vero e proprio laboratorio a cielo aperto per la guida autonoma e connessa, con il supporto di Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione, propone un evento dedicato all'innovazione tecnologica e alla collaborazione tra accademia e imprese.

La giornata MASA (in programma dalle 10 alle 14:50 su motorvalleyfest.it), coordinata da Unimore - Università di Modena e Reggio Emilia, prevede un'alternanza di sessioni tematiche: dalla sperimentazione di tecnologie per la guida assistita e autonoma, alla connettività VtX, passando per la cyber security. In programma anche sessioni dimostrative virtuali, con il coinvolgimento, tra gli altri del Politecnico di Torino, University of Chalmers, Business Sweden, SMA Smart Mobility Agency, Volvo, Comune di Modena, e di alcune delle più importanti realtà italiane ed europee impegnate nella sperimentazione delle più avanzate tecnologie di smart mobility.

Innovazione e sicurezza per il laboratorio MASA

In occasione del Motor Valley Fest Digital è stato infatti sottoscritto il nuovo Protocollo con le ministre De Micheli e Pisano allo scopo di rafforzare la ricerca e la sperimentazione sui veicoli innovativi a guida autonoma e connessa, con particolare attenzione alla sicurezza e nella prospettiva di un sistema di mobilità sostenibile da progettare per l’era post Covid.

Proprio questo è uno dei principali obiettivi indicati dalle ministre Paola De Micheli (Infrastrutture e Trasporti) e Paola Pisano (Innovazione tecnologica e digitalizzazione) all’annuncio del la firma del protocollo d’intesa interministeriale Mit e Mid in materia di innovazione per la guida autonoma e connessa in ambito urbano ed extraurbano, presentato insieme al sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e al rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro, aprendo il Masa Day nell’ambito del Motor Valley Fest Digital.

La sperimentazione per la mobilità del futuro

Il protocollo, che integra quello già sottoscritto nel 2018 tra Mit, Comune e Università, riguarda in particolare il progetto MASA (Modena Automotive Smart Area) con il quale è stato realizzato – come ha ricordato il sindaco Muzzarelli – un vero a proprio laboratorio a cielo aperto, con interventi specifici nelle infrastrutture stradali nel quartiere del “Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione nell’area nord”, per lo studio e la sperimentazione di soluzioni innovative per la guida autonoma e per la mobilità sostenibile.

“È necessario, infatti, che la sperimentazione sia sempre più aderente alla realtà" ha spiegato la ministra Pisano sottolineando anche la necessità che si definiscano modalità per la conservazione dei dati in sicurezza. "La sfida che ci aspetta è quella di progettare la mobilità nel periodo del post Coronavirus – ha aggiunto la ministra De Micheli – e in questo innovazione e digitalizzazione avranno un ruolo chiave per rispondere ai nuovi bisogni delle persone, in stretta connessione con le filiere industriali del settore”.