Oggi si parla di Mazda3 MPS, la Skoda Octavia col V6 e l'originalissima Lancia Orca

Torna la serie Srtanger Cars e per l'occasione riprendiamo il topic della prima puntata, ovvero le sportive non troppo esagerate e in questo caso anche parecchio particolari. Come in precedenza pure stavolta ci sarà un ospite speciale "diverso" dalle altre auto della lista.

A titolo informativo ricordiamo che questa serie mira a rispolverare vecchi prototipi e concept (possibilmente basati su meccaniche funzionanti) e riflettere su come in alcuni casi sia mancato quel pizzico di audacia da parte dei costruttori nel proporre modelli che, siamo sicuri, avrebbero lasciato il segno.

Le protagoniste di oggi

Per la prima bisogna andare dall'altra parte del mondo e arrivare nella terra dei canguri. L'Australia infatti è l'unico mercato che ha visto una versione ancora più vitaminizzata della compatta sportiva di Mazda, la Mazda3 MPS. Il genere delle hot-hatch andava molto di moda su quel mercato nel 2007-2008 e la filiale locale decise di regalare una versione ancora più spinta di questa variante prestazionale della compatta giapponese.

2007_Mazda_3MPSExtreme2

Dopo l'acquisizione da parte di Volkswagen, Skoda decide di produrre solo modelli a quattro porte. Una sorta di marchio di fabbrica per testimoniare la dedizione nel produrre auto pensate soprattutto per le famiglie. Nel 2002, però, i designer decidono di lanciare un progetto di stile per una coupé sportiva basata sulla Superb di quel periodo. Stile sobrio, filante e motore V6. Peccato non averla vista, oggi sarebbe stata sicuramente un modello interessante

stranger cars

Concludiamo con l'"ospite speciale" e torniamo indietro fino al 1982, anno in cui nasce la Lancia Orca. Basata sulla meccanica della Delta 4x4 appena lanciata sul mercato, è uno studio sull'aerodinamica estrema che regala all'auto un Cx di 0,24, ma la Orca avrebbe portato su strada anche un altro paio di soluzione tecniche davvero all'avanguardia.

stranger cars