L’Associazione che rappresenta il settore dei servizi di mobilità chiede al Ministro Patuanelli di intervenire

Il settore auto aspetta ancora dal governo un aiuto concreto per uscire dalla crisi generata dal lockdown per il Coronavirus. I bonus rottamazione non sono giudicati sufficienti e ancora si attende l'estensione dell'Ecobonus ad altre tipologie di auto, come chiesto da Anfia e Unrae. Ieri però le parole del Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, hanno aperto uno spiraglio.

Parlando alla Camera, Patuanelli ha detto che non è derogabile un intervento a sostegno al settore auto (già prima del Decreto Rilancio lui stesso aveva promesso incentivi); così Aniasa (l’Associazione che all’interno di Confindustria rappresenta il settore dei servizi di mobilità) ha scritto al Ministro rinnovando la proposta di ripristinare il superammortamento per i veicoli strumentali. Secondo l'Associazione questa "potrebbe generare positivi effetti fiscali, economici e finanziari sull’intero mercato automobilistico, dai costruttori ai noleggiatori, ai concessionari, ai centri di assistenza e manutenzione".

Noleggio auto, numeri e previsioni

I numeri parlano chiaro. Nei due mesi di emergenza il settore del noleggio veicoli è crollato (ad aprile -97% nel suo complesso e -100% per il breve termine ). In due mesi di lockdown le auto immatricolate dal solo noleggio, che nel 2019 ha rappresentato il 25% del totale immatricolato, sono diminuite di oltre 106.000 unità (rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Il Presidente di Aniasa, Massimiliano Archiapatti, ha quindi invitato il Governo a incentivare il noleggio a lungo termine "anche per smaltire il parco a piazzale prodotto in questi mesi dalle ditte produttrici di automobili, che ovviamente hanno difficoltà oggi a essere piazzate sul mercato. Senza sostegni immediati ed efficaci - dice - il mercato delle quattro ruote è destinato a perdere oltre mezzo milione di immatricolazioni nel nostro Paese, con drammatiche ricadute su occupazione, indotto ed entrate fiscali".

Perché il superammortamento sarebbe utile

Di ripristinare il superammortamento si discute da anni. Aniasa preme affinché sia reintrodotto facendo leva sui numeri del passato. "Considerando solo le vetture a noleggio a lungo termine, tutti veicoli Euro 6, questa misura - si legge nella nota - ha prodotto nel 2016 e 2017 rispettivamente 34.400 e 30.200 immatricolazioni in più (con maggiori entrate per l’Erario rispettivamente di 170 e 148 milioni di euro)".

"Rinnoviamo la disponibilità a supportare il Governo e mettere a fattor comune il nostro know-how con l’obiettivo di promuovere misure in grado di risollevare l’intero mercato automotive, che nel 2019 ha rappresentato l’11% del PIL e il 16% del gettito fiscale", dice Archiapatti.