La coupé sportiva francese potrebbe diventare un'auto a emissioni zero con la prossima generazione

Sono passati appena 3 anni dal rilancio del marchio Alpine da parte di Renault, e con lui la (ri)nascita della A110, la piccola e leggera coupé sportiva prodotta nella storica fabbrica di Dieppe. Un modello di nicchia che potrebbe essere sacrificato sull’altare del taglio dei costi annunciato da Renault per far fronte alla crisi, ma non è detta l’ultima parola.

Secondo i colleghi di Autocar infatti, c'è una più di una possibilità che il futuro di Alpine sia all’insegna dell’elettrificazione, con l’erede della A110 probabile candidata a diventare una sportiva 100% elettrica, affiancata da altri modelli a emissioni zero.

Valore aggiunto

Secondo il presidente della Renault Jean-Dominique Senard “Alpine è un marchio affascinante e dobbiamo pensare molto, molto seriamente al suo futuro per capire come potrebbe portare valore aggiunto al Gruppo". Nessun addio dunque, ma un cambio di paradigma per il brand nato dall’idea di Jean Rédélé, pronto ad abbracciare una filosofia ecologica e senza motori endotermici.

Alpine A110S Color Edition
Test Alpine A110 S.

Un brand strettamente legato allo stabilimento di Dieppe (nella regione dell’Alta Normandia) per il quale Renault – in attesa della decisione definitiva del nuovo CEO Luca de Meo, in arrivo a luglio – il futuro è ancora incerto. Si sa infatti che al termine della produzione dell’attuale Alpine A110 la fabbrica dovrebbe essere ripensata e, come sottolineato da Senard “lo stabilimento non produce abbastanza veicoli per discutere serenamente del suo futuro. Cercheremo dargli un maggior spessore all’interno del Gruppo”.

Focus sulle elettriche

Quello dell’elettrificazione è un percorso che il gruppo Renault ha intrapreso ormai da tempo e che vede ora a listino le nuove versioni ibride di Clio, Captur e Megane assieme all’elettrica Zoe. Ed è sempre più probabile che Alpine possa diventare la punta di diamante nella gamma a emissioni zero. Una mossa che, come sottolineato dal responsabile del design del gruppo Renault, Laurens van den Acker, pare inevitabile ma non solo per rispettare i regolamenti europei in tema di emissioni “le aspettative della gente cambieranno – ha dichiarato il designer olandese – e ci spingeranno in questa direzione”.

Fonte: Autocar UK

Fotogallery: Alpine A110 S, la prova su strada e sul circuito dell'Estoril