Escluse le auto che costano più di 40mila euro. Penalizzate Tesla e altre premium

Incentivi per comprare auto nuove. Se ne discute in Italia, dove proprio in queste ore il governo si sta dividendo sull'argomento, e all'estero. A marzo la Cina, il primo paese colpito dal Coronavirus, ha stanziato in alcune città incentivi a sostegno del settore auto per risollevare la domanda ed ora in Europa, dopo la Francia, è la Germania a presentare il suo piano.

Si tratta di incentivi che sostengono solo l'auto elettrica e quella ibrida plug-in, niente mild hybrid e full hybrid; tantomeno le diesel o benzina.

Come funzionano gli incentivi auto in Germania

Il provvedimento tedesco - 130 miliardi di euro in totale - prevede l'innalzamento del contributo federale all’acquisto di veicoli elettrici o ibridi plug-in da 3mila a 6mila euro. Attenzione però, c'è un tetto massimo al prezzo di listino: le auto non possono costare più di 40mila euro.

Ci sono poi da aggiungere 3mila euro messi a disposizione dalle case automobilistiche. Lo sconto può quindi arrivare ad un massimo di 9mila euro a vettura.

Quali auto sono avvantaggiate e quali no

E' chiaro che con un tetto massimo di 40mila euro le vetture elettriche ed ibride plug-in che possono godere degli incentivi tedeschi sono solo alcune.

Le prime escluse sono proprio alcune premium connazionali (come Audi o Mercedes). Solo la BMW i3 (che anche in Germania parte da circa 35mila euro) fa eccezione. Fuori anche Tesla, con i 43mila euro circa che ci vogliono per comprare una Model 3.

Potrebbero invece beneficiarne: