Si tratta di uno dei 77 esemplari costruiti per celebrare la 935/78. Ha 0 km all’attivo e il prezzo parte da 1,3 milioni di euro

Chi vi scrive ha avuto la fortuna di vederla dal vivo allo scorso Festival of Speed di Goodwood (ma poco tempo per fotografarla) e da allora la Porsche 935 gli è rimasta nel cuore. No, non la Moby Dick del 1978 (tremendamente affascinante anche lei) ma la sua riedizione presentata un paio di anni fa.

Un modello prodotto in appena 77 esemplari, venduti 700.000 euro ciascuno (modifiche e personalizzazioni escluse) e ora pronto ad andare all’asta da Sotheby’s con prezzo di partenza fissato a 1,3 milioni di euro.

Km 0 d’occasione

Una cifra che quasi raddoppia quella richiesta dalla Casa e che permetterà al miglior offerente di mettersi in garage la 935 con telaio #2 e 0 km all’attivo. Il suo vecchio proprietario probabilmente non ha mai voluto rischiare di rovinarla facendola scendere in pista, unico luogo dove la Porsche 935 può correre. Si tratta infatti di un modello non omologato per la circolazione su strade aperte al pubblico, dove i suoi 700 CV non sarebbero certo facili da domare.

Porsche 935
Porsche 935

Sotto le forme allungate (da muso a coda ci sono 4,87 metri) e la livrea Martini (optional rispetto all’Agate Gray di serie) si nasconde infatti la meccanica della 911 GT2 RS Clubsport: 3.8 boxer biturbo da 700 CV a 7.000 giri, 750 Nm di coppia, trazione posteriore e cambio automatico PDK a 7 rapporti. Il tutto per appena 1.380 kg di peso, accelerazione 0-100 km/h in 2,5” e 350 km/h di velocità massima.

Non cercate il comfort

Nata seguendo le direttive FIA per le auto da corsa la Porsche 935 ha un abitacolo in puro stile racing, con sedile super avvolgente con guscio in carbonio, rollbar, strumentazione digitale, volante in carbonio e altri elementi corsaioli. Ah, volendo si può avere il sedile del passeggero.

Fotogallery: Porsche 935