Francia, Germania e Spagna hanno già stanziato diversi miliardi per risollevare il settore. L'Italia è, per ora, il fanalino di coda

L'Europa si è mossa per risollevare il settore auto e, allo stato attuale, l'Italia rappresenta il fanalino di coda perché non ha ancora approvato il piano di incentivi nazionali per rilanciare il mercato a seguito della crisi post Coronavirus. Alcuni provvedimenti ci sono stati, ma la filiera li ha ritenuti non sufficienti e il rischio è quello che l'Italia perda di competitività sul mercato europeo.

Il Decreto Rilancio contiene azioni mirate al sostegno del settore auto: c'è stato un aumento dei fondi per l'Ecobonus (incentivi regionali) e due diversi Bonus Mobilità, come potete leggere qui, ma ora tutti i partiti chiedono di più e lo fanno con decine di emendamenti mirati che includono, tra le tante cose, anche nuove ipotesi di incentivi, la riduzione dell'IVA al 18% e sconti per l'installazione di impianti a metano e GPL sulle auto. Lunedì 29 giugno il provvedimento sarà in aula alla Camera: non resta che aspettare.

Come siamo messi in Italia (per ora)

In attesa di novità in Parlamento dei tanti emendamenti che riguardano il mondo dell'auto, ricordiamo che attualmente sono in vigore diversi i bonus regionali all'acquisto di un'auto elettrificata, con le ibride (plug-in, full e mild) che hanno anche vantaggi come l'esenzione dal pagamento del bollo auto o la sosta gratuita sulle strisce blu. Ne abbiamo parlato in un articolo dedicato alle auto ibride dove sono elencati tutti gli incentivi regionali e dove non si paga il bollo.

Gli incentivi post Coronavirus in Europa

In Europa, Francia, Germania e Spagna hanno già messo a punto manovre da diversi miliardi per risollevare e sostenere il settore stimolando il rinnovo del parco circolante. I maggiori incentivi si hanno rottamando la propria vecchia auto per l'acquisto di un'elettrica nuova, con la Francia che, a differenza della Germania, ha previsto bonus anche per i benzina e i diesel.

Paese Incentivi Bonus rottamazione Incentivo massimo totale Vincoli
Francia Da 2.000 a 7.000 euro 5.000 euro 12.000 euro  -
Germania 6.000 euro 3.000 euro 9.000 euro
  • Prezzo di listino auto nuova non superiore a 40.000 euro
  • Incentivo valido solo per l'acquisto di auto elettriche o ibride plug-in
Spagna Da 400 a 4.000 euro   Circa 5.000 euro
  • Prezzo di listino auto nuova non superiore a 35.000 euro (45.000 per persone con mobilità ridotta)
  • Limite emissioni CO2 auto nuova pari a 120 g/km
  • Classificazione energetica auto nuova: A, B, C, Eco, Zero

Francia: sconti anche per auto benzina e diesel

Il premier francese Emmanuel Macron ha annunciato lo stanziamento di 8 miliardi di euro per risollevare il settore automotive nazionale. Sono sfruttabili dal 1 giugno e rimarranno in vigore fino al 31 dicembre e interessano tanto le auto elettriche che quelle tradizionali benzina e diesel.

Gli incentivi per l’acquisto di auto elettriche sono stati potenziati e possono essere sfruttati sia dai privati cittadini che dalle aziende. Il massimo sconto, pari a 12.000 euro, si ha sull'acquisto di un'auto elettrica nuova rottamandone una vecchia di proprietà; stesso discorso vale per le ibride plug-in anche se qui le cifre in ballo sono minori.

La Francia, a differenza degli altri Paesi, ha stanziato anche degli incentivi specifici per l'acquisto di auto nuove e usate sia benzina che diesel, mossa intelligente per smaltire gli enormi stock di auto rimaste invendute nei piazzali dei concessionari.

Incentivo per auto elettriche (Privati)

7.000 euro
Incentivo per auto elettriche (Aziende) 5.000 euro
Incentivo per auto elettriche plug-in (min. 50 km autonomia) 2.000 euro
Extra bonus in caso di rottamazione e acquisto di un’ elettrica 5.000 euro
Incentivo per auto benzina/diesel nuova o usata 3.000 euro

Germania: raddoppiano gli incentivi per elettriche e ibride plug-in

130 miliardi è la cifra stanziata dal Governo tedesco per il sostegno al settore auto nazionale. Gli incentivi sostengono esclusivamente l'auto elettrica e quella ibrida plug-in, quindi non sono utilizzabili per l'acquisto di mild hybrid, full hybrid, benzina e diesel.

Il provvedimento prevede l'innalzamento del contributo federale all’acquisto di veicoli elettrici o ibridi plug-in da 3.000 a 6.000 euro, con l'unico vincolo rappresentato dal prezzo di listino dell'auto che si desidera acquistare che non può superare i 40.000 euro. Oltre questa soglia gli incentivi non sono più validi. A questa cifra può essere aggiunto inoltre un bonus rottamazione del valore di 3.000 euro che porta l'incentivo massimo fino a 9.000 euro.

Considerando il prezzo medio di listino delle auto elettriche e ibride plug-in, la soglia dei 40.000 euro taglia fuori la maggior parte delle auto premium, BMW, Mercedes, Audi e Tesla incluse.

Incentivo per acquisto auto elettriche o ibride plug-in

Da 3.000 a 6.000 euro
Extra bonus in caso di rottamazione 3.000 euro
Prezzo massimo di listino auto nuova 40.000 euro

Spagna: incentivi sì, ma con la rottamazione

Il Presidente spagnolo Pedro Sanchez ha sbloccato 3,75 miliardi di euro per il rinnovo del parco auto circolante. L'obiettivo è quello comune all'Unione Europea di avere un parco auto a "zero emissioni" entro il 2050, motivo per cui la categoria delle auto elettriche potrà beneficiare degli incentivi più vantaggiosi. Tutti potranno usufruire del bonus per cambiare la propria vecchia auto con un modello nuovo e meno inquinante (non per forza elettrico o ibrido), con incentivi dedicati anche a commercianti e lavoratori autonomi.

Per usufruire dell'incentivo, a prescindere dall'alimentazione dell'auto che si vuole comprare, è necessario essere in possesso di una vettura da rottamare con almeno 10 anni di vita. La nuova auto deve avere emissioni al di sotto dei 120 g/km di CO2, una classificazione energetica A, B, C, Eco o Zero e un prezzo massimo di listino 35.000 euro (che sale a 45.000 nel caso di persone a mobilità ridotta o per veicoli con classificazione energetica Zero).

A seconda del livello di emissioni del veicolo e del tipo di proprietario (privato o lavoratore autonomo) l’incentivo oscilla tra 400 a 4 mila euro, cifra a cui va aggiunto uno sconto applicato dal venditore. Questo sarà di 1.000 euro se si acquistano auto elettriche o ibride plug-in con più di 40 km di autonomia in modalità EV o superiore per le persone con mobilità ridotta.

Incentivo per acquisto auto nuova (con rottamazione)

Da 400 a 4.000 euro

Sconto obbligatorio minimo applicato dal venditore

1.000 euro
Limite emissioni CO2 auto nuova 120 g/km
Classificazione energetica auto nuova A, B, C, Eco, Zero
Prezzo massimo di listino auto nuova 35.000 euro (45.000 per persone con mobilità ridotta)