In un nuovo video il piccolo SUV tedesco mostra alcuni elementi della carrozzeria. Arriverà entro fine 2020

Non dovrebbe mancare ancora molto alla presentazione della nuova Opel Mokka, anticipata più volte con vari teaser (qui tutto quello che sappiamo di lei) e oggi protagonista di un nuovo video di “antipasto”, accompagnata per l’occasione da Michael Lohscheller, CEO di Opel.

Un breve filmato nel quale il SUV piccolo del fulmine si mostra – ancora una volta – con quella decalcomania verde con la grossa “K” gialla sulle portiere. Anche se, per pochi istanti, le camuffature scompaiono lasciando per la prima volta spazio alla carrozzeria bicolore e alle sue linee spigolose.

Nuova ed elettrica

"Elettrica, progressiva, semplicemente eccitante" sono gli aggettivi utilizzati da mister nel descrivere la nuova Mokka X. Naturalmente la parola che più attrae è quella che identifica un’anima – anche – a emissioni zero del SUV tedesco, basato sulla stessa piattaforma CMP della sorella Opel Corsa, oltre che del resto della gamma di PSA come DS 3 Crossback e l’accoppiata Peugeot 208 e 2008, oltre che della nuova Citroen C4.

Una piattaforma multi energia in grado di ospitare sia motori benzina e diesel, sia unità 100% elettriche. Unità che sul resto delle gamma del Gruppo francese offrono 100 kW (136 CV) di potenza e sono alimentate da un pacco batterie agli ioni di litio da 50 kWh, per più di 300 km di autonomia.

Nuovo look

Ma, come detto, la vera novità di questo video teaser è nel fatto che per la prima volta la nuova Opel Mokka si mostra senza veli, lasciando finalmente intravvedere linee e stile della carrozzeria. Uno stile ben diverso rispetto all’attuale Mokka X a partire dal frontale con sottile mascherina (chiamata Opel Vizor) e luci con disegno in linea con quello delle ultime novità della Casa tedesca. Ed è facile immaginare come, al pari della nuova Corsa, quelle anteriori saranno disponibili anche con tecnologia a matrice di LED.

Opel Mokka X (2020) Immagini dello schermo
Opel Mokka X (2020) Immagini dello schermo

Anche posteriormente la nuova Mokka cambierà, compreso il font utilizzato per il nome. In generale il SUV piccolo del Fulmine sembra avere forme più nette e muscolose rispetto alla Mokka X, come successo per la cugina Peugeot 2008, il cui cambio di generazione ha stravolto anche il look.

Fotogallery: Opel Mokka (2020), le prime foto senza camuffature