Il SUV elettrico inglese, grazie ad un aggiornamento software, percorre circa 20 km in più con una ricarica

Quando si parla di auto elettriche i punti più importanti riguardano autonomia e tempi di ricarica. Elementi fondamentali che sulla versione rinnovata della Jaguar I-Pace (no, non è un restyling ma un “model year) rappresentano le novità principali.

Il SUV elettrico inglese infatti aumenta l’autonomia grazie a un nuovo software, diminuendo i tempi di ricarica con l’adozione di un nuovo caricabatterie. C’è poi un nuovo sistema di infotainment, più veloce e connesso. Intorno una piccola serie di novità estetiche, con nuove finiture e maggiore scelta per colori della carrozzeria.

Più lontano, più veloce

Capace di percorrere al massimo 470 km la rinnovata Jaguar I-Pace, grazie al nuovo software delle batterie agli ioni di litio da 90 kWh, aumenta la propria autonomia di una ventina di chilometri. Chilometri che si recuperano più velocemente grazie al caricatore trifase da 11 kW, così da ottenere 53 km di autonomia ogni ora di ricarica. In totale quindi un “pieno” tramite una normale linea elettrica richiede circa 8 ore e mezza.

Jaguar I-Pace 2021
Jaguar I-Pace 2021

Se invece si utilizza una rete a 50 kW ogni 15 minuti le batterie garantiscono 63 km di autonomia, per diventare 126 con rete da 100 kW (il massimo attualmente utilizzabile con la Jaguar I-Pace).

Anche connessa

Anche il sistema di infotainment ha ricevuto aggiornamenti con l’adozione di una SiM elettronica (eSIM) con connettività 4G. In questo modo si possono utilizzare vari servizi di streaming come Spotify e Deezer, avere informazioni sul traffico in tempo reale – con indicazioni per le stazioni di ricarica sapendo se sono libere o occupate – e beneficiare degli aggiornamenti software OTA (Over The Air), per scaricare nuove funzionalità direttamente dall’auto.

Jaguar I-Pace 2021
Jaguar I-Pace 2021

Un sistema comandabile tramite un monitor touch da 10”, più veloce rispetto al passato, accompagnato dal monitor inferiore per climatizzatore da 5”, da quello da 12,3” per la strumentazione digitale e dal nuovo monitor integrato nello specchietto retrovisore. Un sistema chiamato ClearSight e mutuato da quello della “cugina” Range Rover Evoque, con telecamere inserita sulla “pinna” dell’antenna, per poter vedere senza ostacoli ciò che si trova dietro l’auto.

Fotogallery: Jaguar I-Pace 2021