L'avventura come carrozziere del Drake negli Anni '20 non può essere definita un successo

All'inizio dell'industria dell'auto erano pochi i modelli di un certo livello che uscivano di fabbrica con una carrozzeria. Molto spesso i clienti si rivolgevano ai carrozieri a cui veniva recapitato il telaio e secondo le specifiche questi stessi avrebbero confezionato il body intorno al mezzo. 

Con un capitale sociale di 50.000 Lire il Drake apre la Enzo Ferrari & C, svolgendo il ruolo di amministratore delegato, direttore commerciale oltre alle funzioni di rappresentanza. Insieme a lui c'era Pietro Casalino, il progettista delle carrozzerie. 

Cosa è andato storto

Ferrari fa il passo più lungo della gamba, probabilemente per la prima e ultima volta nella sua vita, credendo che la sua fama come pilota possa riflettersi in lustro per l'attività. I carrozieri che cominciano a imporsi in quegli anni, infatti, (es: Vignale, Touring) hanno sede in città importanti come Torino o Milano, mentre Modena rimane fuori dal giro di affari per la sua stessa posizione. 

storie di motori

Enzo sottovaluta anche il fatto che le continue trasferte come pilota non gli permettono di dare la giusta attenzione alla carrozzerie Emilia. Dopo 2 anni dà mandato al proprio avvocato Camillo Donati di liquidare l'attività e nonostante i buoni agganci dell'avvocato c'è bisogno della mamma di Ferrari per finire di pagare i debiti. Per il Drake questa è una delle più grandi umiliazioni a livello imprenditoriale.

Ma questa è un'altra storia. 

Chi è Luca Dal Monte

Nato a Cremona, giornalista, ha ricoperto il ruolo di responsabile della comunicazione Ferrari negli Stati Uniti e, successivamente, direttore della comunicazione di Maserati dal 2005 al 2015. Luca Dal Monte è autore, tra le altre opere, di La Scuderia (2009), Ferrari Rex - Biografia di un grande uomo del Novecento (2016) e de La Congiura degli innocenti (2019).