Sulla copertina di una rivista giapponese appare una versione molto sospetta della Toyota Supra

La sigla più controversa quando si parla di auto sportive potrebbe tornare a breve. Gazoo Racing Masters of Nürburgring, ecco cosa vuol dire l'acronimo che ha debuttato nel 2017 a bordo della Toyota Yaris GRMN

Oggetto di scherno da alcuni addetti ai lavori questo badge si è rivelato sinonimo di una delle sportive più hardcore dell'ultimo periodo e vederlo sulla Supra vorrebbe dire permettersi di scomodare sportive di razza.

Cosa sappiamo

Per adesso la Supra, a livello mondiale, può contare su due motorizzazioni e quattro livelli di potenza, che vanno da 197 CV per il meno potente 2.0 L 4 cilindri, fino ai 390 CV del nuovo model year per il mercato americano con il sei cilindri da 3.0 litri.

Sulla copertina di una rivista di auto giapponese compare la foto di un modello mai visto finora, con l'inequivocabile sigla sul porta targa anteriore. A giudicare dalle apparenze sembra che ci sia tutto quello che serve per pensare di avere davanti il modello più aggressivo di tutti, anche se per adesso non ci sono notizie in merito all'arrivo.

Specifiche

Non c'è ancora niente di ufficiale, ma verosimilmente il propulsore dovrebbe rimanere invariato quanto a numero di cilindri e layout, anche se potrebbe arrivare la versione S58, quella con due turbocompressori. 

Fotogallery: Toyota Supra Performance Line Concept TRD

La potenza potrebbe essere superiore ai 400 CV e a giudicare dall'estetica le modifiche sembrano orientate alla pista. Si notano le carreggiate allargate, la nuova aerodinamica all'anteriore, molto spinta, e i freni che esibiscono vistose pinze monoblocco a sei pompanti all'anteriore. Ciliegina sulla torta, lo spoiler posteriore decisamente votato ai time attack