Il Ministero indica il 10 luglio come data delle ispezioni da parte di Autostrade, mentre il traffico va in tilt

Il rischio chiusura dell’Autostrada A26 è stato scongiurato grazie a un accordo dell’ultima ora, ma non per questo le autostrade liguri non stanno passando un momento particolarmente complicato. Lo sanno bene gli automobilisti trovatisi imbottigliati in 10 e più chilometri di coda durante lo scorso weekend.

Disagi pesantissimi causati dalla fitta campagna di controlli delle 285 gallerie liguri da parte della concessionaria Aspi e il Ministero dei Trasporti lo scorso gennaio. Controlli che hanno portato a chiusure di carreggiate, penalizzando il già fitto traffico estivo che da sempre affolla le strade della Regione.

Obiettivo 10 luglio

È stata confermata la scadenza del 10 luglio per l'ultimazione dei cantieri  critici che dovrebbe contribuire alla normalità della circolazione

Fanno sapere dal Ministero, con Aspi che fa eco assicurando che il lavori stanno procedendo “E' stata confermata la scadenza del 10 luglio per l'ultimazione dei cantieri  critici che dovrebbe contribuire alla normalità della circolazione”

I tratti autostradali interessati sono numerosi: A7, A10, A12 e A26 infatti sono oggetto delle verifiche, con salti o riduzioni di corsia a creare code chilometriche, specialmente nel weekend. Tratti aperti nelle ore diurne ma chiusi dalle 22.00 alle 6.00.

La Regione insorge

Contestualmente, alla Società è stato chiesto di accelerare le ispezioni sulle altre gallerie programmate dopo il 10 luglio, anche mettendo a disposizione personale e soluzioni tecnologiche più veloci

Continua così la nota del Ministero dei Trasporti, che annuncia per oggi la definizione di un protocollo operativo con ANAS per assicurare tragitti alternativi agli automobilisti.

Intanto però il Governatore della Regione Liguria Giovanni Toti, assieme a molti sindaci, tuona contro Ministero ed Aspi minacciando cause contro il dicastero guidato dal Ministro Paola De Micheli, sottolineando come la situazione sia “drammatica, anche per la sicurezza”.

Dalla sua Società Autostrade comunica che l’intera tratta ligure sarà gratuita e non ci saranno quindi addebiti su Telepass o pagamenti da effettuare ai caselli. Pedaggi cancellati per un totale di 150 km circa nelle seguenti tratte:

  • A12 e A7 da Lavagna a Genova Ovest e Vignole Borbera.
  • A10 da Varazze a Genova Aeroporto.
  • A26 da Ovada all'allacciamento con l'A10

E per tenere monitorata la situazione dei lavori è attiva la sezione dedicata del sito di Società Autostrade, con tutti i cantieri attivi.