A comprarlo potrebbe essere la Ineos Automotive, la divisione dell'omonimo colosso della chimica britannico

Il lockdown per il coronavirus ha bloccato per un certo periodo anche le fabbriche di auto, ma la ripartenza ormai è ingranata e senza troppi cambiamenti (ricordiamo in particolare il ritardo nella presentazione delle novità 2020). 

Chi però era già in una piena fase di cambiamento, anche prima dell’avvento della pandemia, è il gruppo Daimler che ha annunciato di aver messo in vendita uno dei suoi impianti di produzione smart (dal 2020 - lo ricordiamo - tutte le smart di nuova produzione saranno elettriche, con la casa che adesso è per metà cinese). Tra i possibili compratori c'è la Ineos Automotive, la divisione dell'omonimo colosso della chimica britannico

Un periodo di svolta

La notizia secondo molti era già nell’aria da tempo specie dopo l’insediamento del CEO Ola Källenius e delle sue profonde idee di cambiamento. Non a caso quindi lo stabilimento di Hambach, in Francia ed a pochi chilometri dalla Germania, è stato messo in vendita. Lì dove si producono ormai da anni le iconiche city car del gruppo tedesco che abbiamo visto in tante versioni.

Lo stesso Källenius ha ricordato che è in atto un cambiamento che sta andando più veloce di quanto ci si aspettasse.

smart EQ fortwo e EQ forfour restyling

In cerca di un acquirente

Alla luce quindi degli investimenti futuri, molto elevati, si vorrebbe aumentare quella che è l’efficienza produttiva generale del gruppo. L’elettrificazione da un lato e la digitalizzazione dall’altro hanno una priorità assoluta nelle scelte aziendali odierne con delle scelte forti che, di conseguenza, vanno prese.

Al via i colloqui di vendita per lo stabilimento di Hambach con la smart che dovrà trovare una nuova casa.

Fonte: Daimler