Il Governo ha posto la fiducia alla Camera e il Decreto è passato con 159 sì e 121 no, confermando anche gli incentivi auto

La scadenza del 18 luglio era pericolosamente vicina e con lei il rischio che del tanto atteso (e discusso) Decreto Rilancio non se ne facesse niente. Rischio superato pochi minuti fa con il voto di fiducia posto alla Camera dal Governo, che ha ottenuto 159 voti favorevoli e 121 contrari.

Passano così numerose leggi per risollevare l’economia italiana dopo l’emergenza Coronavirus, e con loro anche quella relativa agli incentivi auto, tutti confermati nella forma già anticipata qualche giorno fa.

Quanti soldi per l’auto

Dal 1° agosto quindi via con gli aiuti economici da parte dello Stato a chi acquisterà un’auto nuova (con emissioni di CO2 inferiori a 110 g/km), con o senza rottamazione. Rimane invariato il fondo a disposizione: 50 milioni di euro, cifra ritenuta troppo bassa da molte associazioni di categoria.

A questo proposito l’esecutivo guidato dal Premier Giuseppe Conte non si è sbilanciato, ma pare che sia già allo studio un nuovo rifinanziamento a sostegno dell’economia con budget di 20 miliardi di euro, di cui 1 miliardo da destinare agli incentivi auto.

Cosa si può acquistare

Di quali auto potranno beneficiare dei nuovi incentivi statali ne abbiamo già parlato nei giorni scorsi, con la lista completa di tutti i modelli Euro 6 con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 110 g/km e quindi acquistabili con sconto pari a:

  • 1.750 euro senza rottamazione (di cui 1.000 di sconto da parte del concessionario)
  • 3.500 euro con rottamazione (di cui 2.000 di sconto da parte del concessionario)
La lista di tutti i modelli che godono degli incentivi 2020 la potete scaricare da qui
 

Aumenta anche l’importo dell’ecobonus, con fino a 10.000 euro di sconto in caso di acquisto di un’auto elettrica, secondo questo schema:

  Senza rottamazione Con rottamazione
Sconto venditore obbligatorio 1.000 euro 2.000 euro
Incentivo 5.000 euro 8.000 euro
Risparmio 6.000 euro 10.000 euro

Per le ibride plug-in invece lo schema degli incentivi è il seguente:

  Senza rottamazione Con rottamazione
Sconto venditore obbligatorio 1.000 euro 2.000 euro
Incentivo 2.500 euro 4.500 euro
Risparmio 3.500 euro 6.500 euro