Continuano i lavori di Bosch per progetto MEC-View, per una mobilità urbana sempre più connessa

Come sarebbe il mondo se auto a guida autonoma ed infrastrutture urbane comunicassero tra di loro, scambiandosi informazioni critiche in tempo reale rendendo più sicuri e fluidi i nostri spostamenti?

Tutto questo potrebbe presto divenire realtà grazie al progetto di ricerca MEC-View capitanato da Bosch, in collaborazione con i partner Mercedes-Benz, Nokia, Osram, TomTom, IT Designers, l’Università di Duisburg-Essen e l’Università di Ulm.

Di cosa si tratta

Stiamo parlando di un progetto il cui collaudo è avvenuto proprio nella cittadina tedesca di Ulm e che si è concluso dopo 3 anni e ben 5,5 milioni di euro, finanziati dal Ministero federale tedesco per gli affari economici e l'energia (BMWi).

Una visione del futuro che, utilizzando la tecnologia mobile avanzata, è in grado di mettere in comunicazione i lampioni posizionati lungo le strade e dotati di sensori video e lidar con le vetture a guida autonoma. A che scopo? Espandere il campo visivo dei sensori del veicolo, fornendo informazioni in tempo reale su qualsiasi forma di ostacolo improvviso. Un esempio palese potrebbero essere pedoni, ciclisti ma anche autovetture o autobus che possono improvvisamente tagliare la strada o invadere la propria corsia.

Come funziona

Tutto avviene in modalità wireless e di per sé sembra anche tutto abbastanza “semplice”. Il sistema rileva le immagini e i segnali rilevati dall’infrastruttura (in questo caso i lampioni), li combina con mappe digitali ad alta risoluzione (mappe HD) e le trasmette a veicolo in tempo reale, grazie al nuovo sistema standard di comunicazione 5G.

Questi dati si uniscono con le informazioni del sensore del veicolo per creare un quadro accurato della situazione traffico circostante, permettendo quindi al veicolo a guida autonoma di aggirare eventuali ostacoli.

Per il momento si tratta ovviamente di un semplice test, ma già si parla di costruire dei veri e propri centri di controllo del traffico cittadino dotati di server, che possano condividere i dati con tutti i veicoli circolanti sulle strade.