Radar e sensori all’interno dei “reni” per avvicinarsi sempre più alla guida autonoma

La BMW iNext sarà prodotta il prossimo anno. Nel frattempo, però, la casa bavarese mostra pezzo dopo pezzo tutte le innovazioni in preparazione.

L'ultima novità è rappresentata dalla griglia frontale del SUV completamente elettrico, che fungerà come “occhio” dell’auto, ospitando le tecnologie necessarie per rendere la guida semi-autonoma.

Guida semi-autonoma e motori elettrici in arrivo

Le immagini mostrate da BMW rivelano parte del processo di fabbricazione e il design della griglia, ormai noto. Al suo interno, come detto, saranno integrate varie telecamere, radar e altri sensori.

Fotogallery: BMW iNext, la griglia

Il nuovo SUV, oltre alle più moderne tecnologie di guida autonoma, sarà anche full-electric. Tutti i dettagli sulle specifiche del motore sono per ora ancora un segreto, ma BMW anticipa che potrebbe arrivare a 600 km di autonomia

Nuove tecnologie non solo sotto al cofano

La iNext, però, non è solo un punto di partenza per lo sviluppo di nuove tecnologie di propulsione: è anche un banco di prova per testare componenti. Come ad esempio i vetri oscuranti per i passeggeri, con diversi livelli di colorazione, utili per la privacy ma anche per mantenere migliori temperature all’interno dell’abitacolo.

La BMW iNext sarà prodotta nella fabbrica di Dingolfing, in Germania, insieme ai componenti "high-tech", come alcune parti dell'abitacolo ed il sistema di trasmissione elettrica.

Fotogallery: BMW iNext, i test del SUV elettrico