Un nuovo modo di pagare introdotto da Nissan. Con l’apertura al pubblico del suo spazio espositivo, la Casa lancia quella che definisce una “prima mondiale”. Chi visiterà il padiglione, non solo potrà conoscere le nuove tecnologie dell’automotive, ma anche applicarle.

Se si possiede un’auto elettrica infatti, il parcheggio si paga direttamente "donando" un po’ di energia della propria batteria. Si tratta della tecnologia Vehicle to Grid, che vede la Casa giapponese impegnata in vari paesi, Italia compresa.

A tutta batteria

Nissan ha come obiettivo espandere l’uso dei veicoli elettrici anche ad altre finalità. Le tecnologie odierne consentono di immagazzinare, condividere e riutilizzare l'elettricità prodotta dalle batterie delle vetture, anche per alimentare abitazioni o aziende. Il bar interno al padiglione ne è la dimostrazione.

Lo spazio espositivo a zero emissioni può contare su una superficie di 10.000 metri quadrati. Dotato di pannelli solari è alimentato da energia idroelettrica rinnovabile.

Una sorta di banco prova

Gli ospiti del padiglione possono sperimentare alcune innovazioni oltre alle tecnologie Nissan Energy. Prime fra tutte il sistema avanzato di assistenza alla guida ProPILOT e la tecnologia Invisible-to-Visible. Quest’ultima permette di vedere l’invisibile, combinando informazioni dal mondo reale e virtuale per aiutare i conducenti quando sono al volante.

Completano la gamma di proposte uno spazio conoscitivo dedicato al 12V, l'esperienza virtuale in Formula E e la possibilità di fare un giro a bordo di Nissan Ariya EV. Di fronte al padiglione, presso il Mobility Hub sono disponibili anche il car sharing e il noleggio di biciclette.