Il Tribunale ha respinto l’appello presentato contro la sussidiaria del colosso della chimica. Il nuovo 4x4 inglese arriverà nel 2021

Questo fuoristrada s'ha da fare. Dall'Inghilterra arriva la sentenza del Tribunale che permette di dormire sonni tranquilli in casa Ineos. Nonostante Land Rover li avesse citati in causa, per via della profonda somiglianza tra Grenadier e il vecchio Defender, la legge ha stabilito che non si tratta di un plagio.

L'Ineos Grenadier potrà quindi essere regolarmente commercializzato sul mercato dal prossimo anno.

Simili, non uguali

Certo, l'Ineos Grenadier presenta una buona somiglianza col Defender di vecchia generazione, ma questo non può comunque bastare per stoppare la produzione del fuoristrada inglese.

Il giudice del Tribunale inglese ha quindi stabilito come, nonostante le tipiche forme rimaste invariate per quasi 70 fossero un marchio di fabbrica del vecchio Defender, non possono comunque essere oggetto di copyrigh.

E ora avanti tutta

Nel frattempo in casa Ineos i lavori non si sono mai fermati. Il debutto sul mercato del Grenadier, sviluppato con l'aiuto di Magna Steyr (a cui si devono telaio e sospensioni), avverrà nel 2021. Parte integrante del progetto è anche BMW, alla quale spetterà il compito di fornire i motori.

Ma dove verrà prodotto? Pare che Ineos stia attualmente lavorando per aggiudicarsi l’impianto della Smart a Moselle, in Francia messo in vendita da Daimler. Se il passaggio di proprietà dovesse concludersi, tale stabilimento verrebbe utilizzato al posto di quello ex Ford di Bridgend, in Galles.

In Casa Ineos stavano anche pensando di destinare la produzione del Grenadier ad una seconda fabbrica in Portogallo, ma pare che per il momento l’idea sia stata abbandonata.

Fotogallery: INEOS Grenadier