Una serie di miglioramenti importanti per il comfort e la sicurezza della quarta generazione della famigliare Made in Korea

Nonostante l’aumento delle vendite dei SUV abbia fatto calare le richieste di auto monovolume, Kia non rinuncia alla sua auto famigliare per eccellenza. Dopo un paio di anteprime, la casa coreana ha così presentato la quarta generazione della Carnival.

La nuova Carnival è già disponibile sul mercato coreano a partire da questi giorni, mentre si attendono notizie ufficiali per quanto riguarda l’arrivo sui restanti mercati globali.

Ancora più grande e con interni tutti nuovi

Kia presenta la nuova Carnival come un “Grand Utility Vehicle”. Il design rinnovato prende spunto dai SUV e le dimensioni sono addirittura aumentate rispetto alla versione attuale.

Fotogallery: Nuova Kia Carnival

Passo più lungo di 30 mm (per un totale di 3.090 mm) e carrozzeria più larga di 10 mm (1.995 mm totali). La lunghezza complessiva cresce di 40 mm raggiungendo i 5.155 mm. Il tutto per rendere maggiore lo spazio di abitabilità e di carico.

Gli interni non hanno praticamente nulla in comune con la generazione precedente. Kia ha profondamente rinnovato tutto l’abitacolo, impegnandosi per renderlo più elegante, comodo e sofisticato. Materiali di alta qualità in primis, e, ovviamente, tecnologia moderna. Ora il quadro della strumentazione di bordo è digitale e un touchscreen da 12,3 pollici campeggia al centro della plancia.

Maggiore comfort e tre diversi motori

Anche sotto alla carrozzeria ci sono grandi cambiamenti. Le sospensioni sono ora completamente indipendenti e sono stati adottati nuovi materiali fonoassorbenti e isolanti. Maggiori accorgimenti dunque da parte di Kia sulla nuova Carnival per abbassare il rumore, le vibrazioni e la durezza e aumentare così il comfort.

Sotto il cofano si possono trovare tre differenti motorizzazioni. La prima si tratta di un V6 GDI da 3,5 litri a iniezione diretta da 290 CV e 355 Nm. La seconda è un V6, sempre 3,5 litri, ma con qualche cavallo in meno (268 per la preceisione).

La terza opzione prevede un quattro cilindri diesel da 2,2 litri, in grado di produrre 200 CV e 440 Nm. Tutte e tre le motorizzazioni sono abbinate ad un cambio automatico a otto rapporti.

La sicurezza al primo posto

Un ulteriore e significativo cambiamento è la presenza di un servosterzo a motore, in sostituzione di quello idraulico. La sterzata è ora più agile, la risposta più diretta e ciò ha permesso a Kia di integrare nuovi sistemi di assistenza alla guida prima non presenti.

La nuova Carnival avrà dunque a disposizione l'assistenza per il mantenimento della corsia, l'assistenza anticollisione, l'assistenza per il rilevamento di auto, ciclisti e pedoni.

A bordo è presente anche un sistema di guida semi-autonomo di livello 2, insieme al Safe Exit Assist che impedisce l'apertura delle porte posteriori a scorrimento elettrico se rileva l'avvicinamento di un'auto da dietro.

E nel peggiore dei casi, in seguito ad un incidente, viene attivata una frenata automatica per diminuire la gravità di un possibile secondo impatto.