BMW ha presentato in anteprima sulla linea di partenza del Red Bull Ring due prototipi davvero speciali.

Ricoperte da una livrea tutta particolare, ecco comparire non solo l’ultimo prototipo della BMW M4 ma anche la versione GT3, pronta a mangiarsi ogni centimetro di asfalto con quella sua enorme griglia frontale.

M4, in arrivo a settembre

La livrea di questa M4 coupé sarà anche vagamente mimetica, ma non aiuta certo a nascondere le forme della carrozzeria.

Fotogallery: BMW M4, M4 GT3 Teaser

La griglia frontale è ormai un marchio di fabbrica, ma le prese d’aria della fascia inferiore del musetto sono qui molto più grandi rispetto a quelle della normale Serie 4. Sulla M4, le pance laterali sono più larghe e sul retro del bagagliaio compare un piccolo spoiler. A completare il retro dell’auto, ci sono quattro terminali di scarico.

La nuova M4 (come anche la sorella M3) monterà un motore sei cilindri in linea biturbo da 3,0 litri 473 CV, con un cambio manuale a sei rapporti. Sarà inoltre disponibile una versione Competition, dotata dello stesso motore, ma con qualche cavallo in più (503 per l’esattezza) e monterà un cambio automatico. Entrambe saranno a trazione posteriore, ma è previsto anche l’arrivo di una versione a trazione integrale.

Il debutto è fissato per il 23 settembre, assieme alla presentazione della nuova M3.

M4 GT3, più cattiva che mai

La versione da gara della M4, la M4 GT3, sarà equipaggiata con il sei cilindri di derivazione stradale, con ovviamente qualche modifica utile per affrontare le competizioni. Differente è invece il discorso carrozzeria. Il corpo della GT3 infatti è molto più allungato nella parte anteriore, i parafanghi sono più ampi e il design del cofano è molto più spigoloso. Tutto ciò rende l’aspetto dell’auto decisamente più aggressivo, oltre che a conferire un carico aerodinamico maggiore.

Sulla versione da gara, lo scarico fuoriesce proprio sul passaruota anteriore, lato passeggero, e stando al sound delle sue progenitrici, sicuramente anche le note che usciranno da questo terminale non deluderanno i fan delle corse. Sul retro, le grandi prese d’aria, lo spoiler a collo d'oca e il grande diffusore gestiscono i flussi d'aria.

La M4 GT3 inizierà la sua carriera agonistica nel 2021 in alcuni campionati non ancora specificati, e nel 2022 andrà a sostituire completamente la M6 GT3.